Danien Feier – Storie di successo nel mondo del network marketing

Danien Feier Network Marketing
network marketing feier successo

Il mondo del network marketing è costellato da storie di successo di grande ispirazione. In questo articolo faremo un piccolo viaggio nella vita professionale di Danien Feier, uno dei networker di fama internazionale più attivi degli ultimi anni nel network marketing.

 

Chi è Danien Feier

Se vi state avvicinando al mondo del network marketing, probabilmente avrete già sentito parlare di Danien Feier, uno dei più conosciuti professionisti del settore in Germania e nel mondo. Insieme alla moglie Stefania Lo Gatto, networker italiana di grandissimo successo, possiede un patrimonio netto di 21 milioni di dollari. La coppia, infatti, fa faville ed entrambi sono considerati due vere e proprie “rockstar” del settore.

 

 

Danien Feier e il network marketing

Classe 1985, Danien è nato a Grünstadt, in Germania, e inizia la sua carriera all’età di 21 anni. In 17 anni di piena attività, è riuscito a sviluppare e perfezionare tutte le competenze chiave per raggiungere il successo con il network marketing. Passando dal settore bancario a quello immobiliare e dopo alcune esperienze in realtà di network marketing approda in Jeunesse Global. Qui nel mese di maggio 2020, ottiene il prestigioso rank di Triple Diamond Director ed è considerato il leader più giovane nella storia dei primi 12 anni di Jeunesse Global, dopo solo 14 mesi di attività.

La mission di Danien Feier nel mondo del Network Marketing

 

Una lunga esperienza che lo ha portato a prendere una decisione importante: raccogliere il suo bagaglio esperienziale e formativo e trasferirlo agli altri. Oggi la sua mission principale è quella di aiutare chi vuole mettersi in gioco a raggiungere i suoi stessi risultati in questo business, creando professionisti con rendite a sei zeri.

 

 

Un sistema di formazione

I professionisti d’eccellenza possono essere creati solo attraverso uno strumento: la formazione. Lo sa bene Danien Feier che, grazie ai moltissimi anni di esperienza sul campo, ha potuto dare vita a un metodo. Oggi vive a Dubai e, mentre continua a lavorare attivamente per far crescere la sua attività e la sua rete, è diventato un coach di network marketing, sia per chi si approccia per la prima volta al settore sia per chi sente di aver bisogno di una mano per fare un salto di qualità e passare al livello successivo.

 

 

History in the Making – un libro di successo

Inoltre, Danien è un autore rispettato. Il suo libro “History in the Making: dal sogno alla realtà del network marketing” è una guida pratica per il successo nel network marketing. Racconta in maniera simpatica ed umile la sua ascesa mozzafiato: della costruzione del suo team Unityglobal, del suo passaggio da principiante nella vendita diretta a essere uno dei personaggi più influenti nel mondo del Network Marketing, la sua vita dalla Germania a Dubai. Aneddoti e consigli da cui apprendere e farsi ispirare. Il libro, molto ben accolto dai networker di tutto il mondo, è stato tradotto in diverse lingue.

 

Speaker e Ispiratore

Fra le altre cose, Danien è anche uno speaker affermato e un oratore motivazionale molto richiesto. Durante i suoi speech chiede sempre al suo pubblico “Stai adattando la tua vita al tuo lavoro o il tuo lavoro, la tua attività, è il veicolo che sostiene la tua vita?” Lui la felicità l’ha trovata e la risposta è nel network marketing. Le conferenze e i seminari a cui partecipa toccano i temi della motivazione, dell’ispirazione e della formazione. Inoltre, partecipa a diversi programmi radio e tv.

 

network marketing speech

Danien Feier e Stefania Lo Gatto – networker internazionali

Danien Feier è il marito di Stefania Lo Gatto, Stefania Lo Gatto è la moglie di Danien Feier. Insieme hanno fondato un piccolo impero che si aggira intorno ai 21 milioni di dollari. La coppia si incontra durante un evento aziendale e da subito capiscono che sono destinati a stare insieme, sia nella vita privata che negli affari. Insieme dalle collaborazioni con Jeunesse Global e Jifu e in tutti i loro progetti personali, il successo che ottengono è frutto di grande impegno, passione e visione. Successo che ha risonanza mondiale in più settori: bellezza, benessere, turismo, viaggi, crescita personale, educazione finanziaria, ecc.

Visita il sito di Danien Feier qui.

Visita il sito di Stefania Lo Gatto, moglie di Danien e networker di fama internazionale qui.

network marketing guadagno

Network marketing e Libertà Finanziaria

Danien Feier ha trovato nel suo scopo, quello di aiutare gli altri ad avere successo con il network marketing, la sua felicità. Il network marketing, come ribadiamo anche noi durante i nostri eventi, è il mezzo giusto per raggiungere diversi obiettivi: successo, carriera, prosperità e soprattutto la libertà finanziaria.

Avere un guadagno adeguato o alto e quindi non doversi preoccupare delle proprie finanze ma bensì occuparsene in maniera totalmente positiva significa poter dedicare tempo e risorse a ciò che più si ama o si desidera. Il progetto Zero nasce con questa mission: contribuire attivamente e ridurre i costi delle bollette e dare a tutti una possibilità forte di carriera per avere una libertà finanziaria di lunghissimo periodo.

 

Se sei interessato al settore dell’energia, luce e gas, e stai cercando un’opportunità di guadagno, ti consigliamo di inviare una richiesta di informazioni e scoprire di più su ScelgoZero.

 

I 3 tipi di networker che incontrerai nella tua vita

blank

Oggi vogliamo parlare di voi, dei Networker, e più in particolare dei tre tipi di networker che incontrerete nella vostra vita.

Di certo questo articolo potrà esservi anche utile per capire che tipo di Networker siete e soprattutto cosa potete fare per migliorare, e quindi crescere professionalmente.

I 3 tipi di networker sono gli impostori, i principianti e i professionisti (quelli rari).

Impostori

Un impostore lo si riconosce a primo impatto: se ne sente l’odore a chilometri di distanza.

Un odore di pigrizia, privo completamente di qualsiasi tipo di empatia. Costituiscono circa l’80% di tutti i networker presenti online e offline, purtroppo (o per fortuna?) e sono anche la causa principale di tutti gli stereotipi negativi che coinvolgono questa professione.

Hanno sempre fretta di raggiungere il successo e vogliono spremere i loro contatti come le arance in autunno, ma non è così che si arriva in alto.

Gli impostori adottano uno stile di vita propriamente parassitario: sono sempre alla ricerca di un messia, di un qualcuno che li elevi e li faccia crescere al posto loro. Possibilmente mentre loro stanno in piscina a sorseggiare un cocktail – se possono permetterselo.

Inutile dire che il loro sia un comportamento sbagliato e inconcludente, che la maggior parte delle volte arreca più danni di quanti vantaggi porti, sia a se stessi che a chi incontrano, senza parlare dei danni all’azienda per cui decidono di collaborare.

blank

Come insegnamo ormai da tempo, non esistono scorciatoie per il successo, non esistono trucchi, solo metodi da applicare con costanza e pazienza.

Principianti

A differenza degli impostori, i principianti hanno tutte le migliori intenzioni di affrontare questa professione con dignità, attenzione e determinazione.

Purtroppo, però, la maggior parte delle volte si concentrano sugli aspetti sbagliati.

Questo tipo di networker è vittima di una propaganda creata appositamente per ingannare, pensano che per avere successo basti avere fortuna, un ottimo tempismo oppure la furbizia di adottare le scorciatoie giuste.

Quest’idea è frutto di una comunicazione sbagliata da parte di chi vuole far credere di avercela già fatta senza alcun tipo di sforzo, allo scopo di lucrare su tutte quelle persone che, ingenuamente, ci credono.

Mentre la condizione degli impostori è quasi irreversibile e imperversa come una malattia, un principiante in realtà ha la possibilità di redimersi. Ci vuole forza di volontà e un percorso di formazione serio, lungo e impegnativo.

Sebbene arrivare alla meta nel minor tempo possibile e con il minor impiego di sforzi necessario sia un pensiero allettante per chiunque, l’unico vero segreto per avere successo è darsi da fare e rimboccarsi le maniche.

Perché la fortuna aiuta sempre e comunque gli audaci.

blank

Professionisti

Arriviamo ora a loro, il tipo di networker talmente raro da sembrare persino una leggenda agli occhi di molti, introvabili e sembra sempre più spesso siano una specie in via di estinzione.

I professionisti uniscono passione e preparazione per raggiungere i propri risultati.

Non mancano di sfruttare un buon tempismo e delle circostanze fortuite, ma non si tratta mai di una situazione casuale: come diceva qualcuno

Che strano, più mi impegno e più sono fortunato

Perchè la fortuna si realizza solo quando incontra la preparazione.

Ancora più importante, l’allenamento e la determinazione sono in grado di rivoltare i presupposti più sfavorevoli. In questo senso la preparazione è l’antidoto contro la sfortuna, o quantomeno lo è quasi sempre.

Citando Michael Jordan:

Nella mia carriera ho sbagliato più di 9.000 tiri. Ho perso quasi 300 partite. Per 36 volte i miei compagni si sono affidati a me per il tiro decisivo… e l’ho sbagliato. Ho fallito tante e tante e tante volte nella mia vita. Ed è per questo che alla fine ho vinto tutto”.

Sbagliare è fondamentale: in un’epoca in cui l’errore viene condannato come un peccato capitale, ci sentiamo in dovere di riscattarlo.

Ma le buone scelte arrivano dall’esperienza, e l’esperienza arriva dalle scelte sbagliate. Quindi ciò che conta non è non sbagliare mai, ma imparare dai propri errori, e questo tipo di networker lo sa benissimo.

Con una mentalità lungimirante i professionisti trasformano ogni errore in un gradino su cui posare le future scelte, e piano piano riescono a salire in vetta alla carriera da networker, fino a diventare dei veri e propri leader.

Senza gli sbagli imparare è impossibile. Tutto ciò che si conosce lo si darebbe per vero senza una motivazione reale, senza una risposta certa, ma semplicemente per sentito dire.

Caso di successo nel network marketing: Stefania Lo Gatto

Stefania Lo Gatto Network Marketing

Per Stefania Lo Gatto il network marketing è stata la scelta migliore e con questa ha conquistato la sua indipendenza economica.

Una sfida? Probabilmente sì, per una donna che, in un momento critico della sua vita, visualizzava all’orizzonte soltanto il buio, ma che grazie al forte desiderio di un futuro scintillante, per sè e i suoi figli, ha trasformato la sua storia in un successo.

La vita prima del Network Marketing

Stefania Lo Gatto è una professionista del network, l’unica donna che ha saputo raggiungere la vetta più alta di un’azienda europea con un fatturato annuo di oltre un miliardo e mezzo di dollari.

Il lavoro di networker è frutto di un fortissimo desiderio di realizzare i suoi sogni, conquistandoli uno a uno, guardando da lontano la stella più luminosa, quella che desiderava raggiungere.

Ma per comprendere il suo successo bisogna conoscere la sua storia.

Nata a Milano, frequenta scuole prestigiose in Svizzera e si laurea a Los Angeles, in Business Communication. Dopo un favoloso matrimonio e tre figli fantastici, la vita per Stefania sembra aperta alla gioia e felicità, vivendo in case sempre più belle e comode tra l’Europa e l’America.

Stefania Lo Gatto caso di successo

Parla quattro lingue e possiede alte competenze lavorative e conoscenze culturali. In questo periodo della sua vita Stefania Lo Gatto era una dipendente prima di diventare una networkere, ma da manager impegnata faticava a soddisfare i suoi standard come mamma, cercando di stare accanto ai suoi figli, per viverli in ogni fase della loro crescita.

Una missione più semplice a dirsi che a farsi per una donna in carriera, ma Stefania non si da mai per vinta.

La svolta di Stefania Lo Gatto

Quando meno se lo aspetta, nel 2013, un cambiamento improvviso riesce a distruggere quella vita da favola che si era costruita. Il suo matrimonio finisce: Stefania si trova da sola con tre figli.

Le mamme single conoscono bene quanto un cambiamento del genere possa stravolgere completamente la vita di una donna, ancor di più se si trova a dover scegliere tra la carriera e la famiglia.

Ma con un’energia incredibile che la spinge a trovare soluzioni, si avvicina al network marketing, riconoscendola come la strada ideale per mettere in pratica la sua volontà di successo senza compromessi.

Dalla crisi profonda e buia, Stefania riesce a uscire costruiendo il suo futuro passo dopo passo, riacquistando la sua indipendenza economica e la libertà necessaria per fare la mamma.

blank

Lavorare da casa è una delle più grandi opportunità fornite dal network marketing, e chi sa gestire il proprio tempo lo capisce bene.

Portando avanti il principio del passaparola, con entusiasmo e gioia, Stefania Lo Gatto ha iniziato un felicissimo percorso nel network marketing, intuendo come dedicarsi a questo settore fosse la scelta giusta per conseguire risultati vincenti e superlativi sotto ogni punto di vista.

Stefania Lo Gatto è la vera testimonianza di chi riese a ripartire da zero e ad arrivare a risultati straordinari semplicemente credendo nell’opportunità professionale del network marketing.

La formula del successo di Stefania Lo Gatto

Non esiste un segreto ma dati di fatto.

Per prima cosa è indispensabile affidarsi a un brand serio che propone prodotti e servizi di elevata qualità, innovativi e di ultima generazione tecnologica.

Studiando le tecniche professionali dei migliori networkers e mettendole in pratica i risultati arrivano sicuramente,

blank

Il lavoro di squadra poi è il più grande aiuto, con persone dalle capacità empatiche e coinvolgenti, in modo da poter condividere ogni risultato e successo.

Per il resto occorre lavorare sodo ma con la libertà organizzativa assoluta, vivendo pienamente il proprio tempo con gli affetti, i familiari e gli amici, senza perdere mai di vista se stessi e la propria felicità.

Come raggiungere il successo con network marketing seguendo l’esempio di Stefania Lo Gatto

È possibile seguire l’esempio di Stefania Lo Gatto per raggiungere il successo interiorizzando cinque punti fondamentali presentati di seguito.

  1. Serietà del brand: un’azienda seria offre affidabilità, tutela e opportunità di crescita professionale, oltre che costituisce un ottimo biglietto da visita.
  2. Il giusto mercato: un prodotto innovativo, un mercato solido… se la domanda abbonda dovete far parte dell’offerta.
  3. Credere nel network marketing: considerare il multilevel come un vero lavoro e non come un gioco da mettere in atto soltanto per passare il tempo.
  4. Studio: studiare le tecniche professionali dei migliori networkers, imparando a metterle in pratica è una delle basi per arrivare al successo.
  5. Il team: credere sempre nel gruppo e nel lavoro insieme permette di non sentirsi mai soli, sapendo di poter contare sempre sugli altri, condividendo i successi.

Se questi consigli non ti bastano, leggi il nostro articolo di approfondimento su Come valutare un Network Marketing

Le 5 Persone che hanno realizzato i propri sogni partendo da Zero

La storia di queste persone insegna che tutti possono arrivare al successo, l’importante è non mollare mai

La determinazione è tutto nella vita. È quella forza che spinge le persone a prendere coraggio e fare ciò che serve per diventare ciò che si vuole essere.

E dato che non tutti hanno la fortuna di nascere con la camicia, tutti possono lavorare e stringersi i denti per guadagnarsela.

Le cinque persone che seguono ne sono la prova vivente, dalle stalle alle stelle.


5. Oprah Winfrey

Detiene forse il posto come donna più famosa degli Stati Uniti  e senz’altro una tra le più ricche.

Partita come figlia di una povera famiglia del Mississippi, nel 1983 si trasferisce a Chicago per andare a lavorare in uno show radiofonico che prenderà in seguito il nome di “Oprah Winfrey Show“.


4. Walt Disney

Il cognome più amato dai bambini di ogni generazione, accompagnato dal suo personaggio più di successo, Topolino.

Durante l’adolescenza ha dovuto consegnare giornali insieme al fratello maggiore nel freddo Kansas invernale per contribuire alle spese della famiglia.

Inoltre è stato anche licenziato dal giornale Kansas City Star per “mancanza di immaginazione e scarsa creatività”. Successivamente, a capo della Disney, ha acquistato la ABC, proprietaria di quel giornale che lo aveva rifiutato. Ironia della sorte.


3. J. K. Rowling 

La madre del mago preferito al mondo, Harry Potter, scrittrice di fama mondiale e con un patrimonio netto di 1 miliardo di dollari.

Eppure il suo inizio non è apparso così ricco di magia come i suoi racconti. Divorziata, disoccupata e con una figlia a carico da mantenere, sopravvive solo grazie agli assegni di disoccupazione.

Ma tutto ciò non riesce a scoraggiarla e a frenare la sua passione per la scrittura. Comincia in un pub, sopra un tovagliolo, l’incipit di quello che sarebbe stato uno tra i romanzi più venduti nella storia della letteratura.


2. Howard Schultz 

È sempre un piacere entrare in uno Starbucks per potersi godere un buon caffè. Il suo CEO più importante, però, ha cominciato dai bassifondi di New York.

Nato e vissuto in un complesso popolare lungo la ferrovia, riesce a guadagnarsi una borsa di studio grazie a meriti sportivi.

La sua vita si alterna tra corsi universitari e diversi lavori, tra cui anche quello di barista. Nel 1987 prende in mano la direzione di Starbucks, che contava appena 60 negozi.

Ad oggi la catena è presente in 74 paesi e 6 continenti.


1. Jan Koum

Queste sono le statistiche dell’applicazione di messaggistica più diffusa e utilizzata al mondo, con circa 1 miliardo di utenti attivi ogni giorno.

Prima che questi numeri passassero nelle mani di Mark Zuckerberg, fondatore di Facebook, la piattaforma era di proprietà del suo fondatore, Jan Koum.

Nato in Ucraina, la abbandona in adolescenza insieme alla madre, andando a vivere in California in un piccolo appartamento. Qui il futuro miliardario passava le giornate tra un lavoro da spazzino e i manuali di informatica per studiare da autodidatta.

Nel 2009 riuscì a fondare Whatsapp, lasciandosi alle spalle il suo duro passato.

Ognuna di queste storie insegna quindi che non bisogna mai mollare, nemmeno davanti alle situazioni più disperate. Perché il successo può arrivare proprio dai momenti più bui, quindi accoglili: sono carburante per le ambizioni.