uBroker: Porte Aperte

Ci fa sempre un enorme piacere ricevervi!

Il motivo è davvero molto semplice: Siamo orgogliosi di mostrarvi il luogo dove ogni giorno, con dedizione e serenità lavoriamo per realizzare qualcosa di impegnativo ma finalmente POSSIBILE…

Azzerare le bollette

uBroker è sempre aperta ai nostri clienti e ai nostri collaboratori, come Massimiliano Guidi, che ieri ci ha fatto visita insieme alla sua struttura. uBroker porte aperte a Massimiliano Guidi Avervi qui ricorda a tutti, noi e voi, che l’unione fa la forza, che insieme è meglio che da soli, e che questo sogno ormai realizzato non esisterebbe
  • senza la creatività del nostro Presidente
  • senza la costante dedizione di tutti i dipendenti
  • senza l’azione mirata e diffusa dei nostri collaboratori
  • senza la formazione costante che ci fa crescere
  • senza la tecnologia che sviluppiamo
  • senza i partner a cui ci affidiamo
Ci piace chiamarlo il Palace perchè per tutti noi è la nostra seconda casa. Fate come Massimiliano. Venite a trovarci, vi aspettiamo!  

I 4 modi per contattare l’assistenza ZERO e uBroker

Facebook, Whatsapp, e-mail e telefono: per contattarci avete l’imbarazzo della scelta

Un’assistenza rapida ed efficace è sicuramente un punto forte per un’azienda, di qualsiasi tipo. Si traduce infatti in clienti più sereni che sanno di poter contare su un aiuto.

Specialmente se si tratta di un gestore energetico, dove questo elemento è fondamentale.

Noi del progetto ScelgoZero ci impegniamo sempre al massimo per garantire un servizio all’altezza delle aspettative. Vogliamo che i nostri iscritti chiudano la chiamata con il sorriso, per la gentilezza dimostrata e per il dubbio o problema risolto.

Siamo perciò soddisfatti dei progressi fatti in questo settore. Coscienti della sua importanza, abbiamo voluto ampliare il più possibile le vie di accesso all’assistenza, per poter sempre restare in contatto.

Tutte le vie per contattare l’assistenza clienti

Ognuna di queste serve per parlare sia del progetto ZERO e sia di questioni inerenti il gestore energetico uBroker, nostro creatore e partner. Perciò per problemi con bollette, autoletture, energia e gas o qualsiasi altro dubbio, saranno questi i canali che faranno per voi!

Disponiamo di un’assistenza clienti interamente in italiano, con l’obiettivo di valorizzare il nostro paese.

1. ASSISTENZA VIA FACEBOOK – INTELLIGENZA ARTIFICIALE

uBroker

ScelgoZero

ZERO e uBroker sono due realtà imprenditoriali smart e di certo è nostro dovere essere presenti anche sul social network più utilizzato in Italia e nel mondo.

Per contattarci è molto semplice:

  • andate sulla pagina Facebook uBroker o ScelgoZero linkate sopra, a seconda delle vostre esigenze
  • cliccate e sull’icona “Invia un messaggio” posta sotto la nostra foto di copertina, in basso a destra
  • a questo punto comparirà la casella dei messaggi, o da mobile si aprirà l’applicazione Messenger, dove potrete iniziare

Ma attenzione! Non si tratta di una semplice chat con una persona del nostro team, ma di un bot.

E che cos’è un bot?

Un bot è un programma informatico che semplifica l’interazione con l’assistenza per entrambe le parti

Una sorta di robot virtuale per farla facile.

ubroker usa facebook per l'assistenza

Questo vuol dire che seguendo i pulsanti riceverete risposte non da una persona ma da un programma automatizzato. Questo sarà in grado di fornirvi molte informazioni, inoltrerà istantaneamente le vostre richieste all’ufficio competente quando non saprà rispondervi direttamente. Mi raccomando però, usate i pulsanti 🙂

I bot di uBroker e ScelgoZero sono stati creati per interagire con gli utenti, aiutandoli concretamente.

2. ASSISTENZA VIA WHATSAPP – L’IMMEDIATA

371 013 0007

uBroker è l’unico gestore energetico in Italia ad avere un’assistenza direttamente su Whatsapp, l’app di messaggistica più usata al mondo. Un grande vantaggio di essere un piccolo fornitore, molto più vicino ai clienti rispetto agli storici colossi che devono gestire migliaia di clienti ogni giorno.

Basta un semplice messaggio e nel giro di pochi minuti comparirà la risposta tanto cercata, rapida e precisa.

In metropolitana, al lavoro, mentre i bambini dormono… Ogni situazione in cui una chiamata potrebbe essere scomoda, ecco che con qualche tap sul proprio smartphone il gioco è fatto.

whatsapp e ubroker per assistenza

Noi del progetto conosciamo bene il valore della community e crediamo che un approccio “easy” di questo tipo possa rendere davvero più semplice la vita per i clienti. Non esiste nulla di più immediato di questo percorso: apri Whatsapp e ci scrivi!

3. ASSISTENZA VIA MAIL – LA CLASSICA

assistenza@ubroker.it

Tra l’assistenza tramite Whatsapp e quella via facebook, la lista potrebbe chiudersi anche qui, perchè tutto potrebbe essere fatto attraverso queste due.
Noi però sappiamo che non tutti i clienti sono uguali e pertanto vogliamo soddisfare le abitudini e preferenze di tutta la community ZERO e uBroker. Perciò siamo rimasti fedeli al primo scambio di informazioni via Internet, la mail.

Scrivendoci al nostro indirizzo sarà sufficiente illustrare il proprio problema. Questo verrà preso in analisi dal nostro team e infine verrà fornita una risposta, sempre tramite mail, nel minor tempo possibile.

4. ASSISTENZA VIA TELEFONO – VECCHIO STILE

Numero Verde:

800 950005

Il telefono nell’assistenza è quella strada che mai potrà mancare in un’azienda seria.

“hai un problema? chiamaci!”

Nulla di più semplice, si prende in mano il telefono e si chiama. E nonostante sia il metodo più “all’antica” resta probabilmente il più efficace, specialmente per problemi più importanti.

Risulta infatti difficile aiutare i propri clienti attraverso la tanto odiata voce registrata. Spesso quello che serve è una persona esperta dall’altra parte del telefono che riesca a guidare il consumatore fino alla via d’uscita.

come chiamare ubroker, ubroker e scelgozero contatti

ScelgoZero dispone di un sistema di assistenza organizzato, con personale preparato e pronto ad aiutare chiunque ne abbia bisogno. Il team aziendale ha deciso di comunicare con tutte le persone che lasciano un messaggio alla segreteria.

Perciò chi chiama dovrà esporre il proprio problema o richiesta di informazione precedentemente e in seguito verrà contattato dal nostro personale entro 1h lavorativa.

Questa scelta è stata presa per due precisi motivi tempistici:

  • la nostra assistenza potrà ricontattare la persona interessata avendo già ascoltato il motivo della chiamata. In questo modo potrà trovare la soluzione migliore da fornire in molto meno tempo rispetto all’assistenza diretta
  • le chiamate non tendono ad accumularsi in contemporanea, evitando quindi di lasciare il cliente in attesa (con sottofondo la nona sinfonia di Beethoven), facendogli perdere tempo

Sei nuovo? Puoi contattarci sul nostro sito

uBroker Contatti

ScelgoZero Contatti

Per tutti coloro che non sono clienti uBroker e iscritti a ZERO, ma vogliono avere informazioni a riguardo, le possibilità sono due:

  1. contattarci tramite tutti i canali illustrati prima
  2. contattarci tramite i nostri due siti

Tramite le due pagine linkate sopra, basterà compilare un breve modulo e poi scrivere il proprio messaggio nella sezione apposita.

E in poco tempo potete stare certi che vi ricontatteremo!

Il dono del cibo: quanta gioia può portare aiutare il prossimo?

1000 pasti consegnati alla Mensa dei Poveri di Torino: un grazie a tutti i risultati di ScelgoZero

Noi del mondo di ScelgoZero sappiamo che il Natale non deve cadere solamente il 25 dicembre. Specialmente per chi durante le feste natalizie non gode del calore del caminetto e un bel cenone in compagnia delle persone care.

Sono molte le famiglie in difficoltà lungo il territorio italiano e purtroppo il numero è in crescita anno dopo anno.

Perciò oltre ad azzerare le bollette, l’ideatore del progetto ZERO e presidente del gestore energetico uBroker, Cristiano Bilucaglia, ha deciso di fare di più.

Il Presidente ha infatti acquistato un’importante quantità di pasta da uno storico pastificio delle Marche. Dopodichè l’intero carico di pastasciutta è stato consegnato il 31 gennaio 2018 alla Mensa dei Poveri di Torino.

1000 pasti donati grazie alle bollette azzerate

È stata scelta questa data per ricordare l’apertura di questo centro per persone in difficoltà avvenuta il 31 gennaio 2008 grazie all’impegno del sacerdote cottolenghino Don Adriano Gennari.

E dopo 10 anni, Don Adriano Gennari continua a seguire la Mensa dei Poveri, celebrando questo decennio con una grande tavolata per tutti.

zero dona pasta alla mensa dei poveri

Tanti sconti portano tanta pasta

Sono state le migliaia di bollette azzerate e il grande lavoro del team di ZERO a regalare questa gioia alle centinaia di persone sfortunate a cui ci siamo rivolti.

Oltre a due milioni di euro erogati in sconti è stato anche possibile condividere i risultati della nostra crescita con la Mensa dei Poveri di Torino.

Don Adriano Gennari è uno straordinario esempio di carità cristiana, silente e operosa. La pasta donata oggi e amorevolmente preparata dai suoi 250 volontari alla ‘Mensa dei Poveri’ di Via Belfiore 12 a Torino è il primo passo di una collaborazione tra il mio team di Aziende e la sua Onlus tesa a dare un segnale forte alla collettività in tema di aiuto alle fasce più deboli della popolazione torinese

Con queste parole Cristiano Bilucaglia vuole sottolineare il suo impegno in questa e in possibili future occasioni.

Perciò azzerare le bollette non solo porta benefici a se stessi, liberi da questo costante peso mensile. Porterà inoltre gioia a molte altre persone che potranno anche loro godere di questo beneficio di ZERO.

E come si fa ad azzerare le bollette?

Autolettura del Contatore? Ecco Tutto Quello che Serve Sapere

L’autolettura del contatore uBroker conviene a tutti. È la giusta via per evitare errori in bolletta e favorire il risparmio

L’autolettura del contatore uBroker è importante sia per il consumatore che per il fornitore di utenze perchè:

autolettura contatore ubroker, ubroker

L’autolettura del contatore uBroker e non solo è importante da saper effettuare. Grazie poche azioni , si possono evitare errori e favorire il risparmio

  • il cliente pagherà la cifra corretta di energia consumata
  • il gestore non dovrà calcolare una media di consumo, evitando così lavoro e possibili errori

Si tratta di un processo veloce e semplice che permette di effettuare personalmente l’autolettura del contatore e infine mandarla alla società energetica.


A questo link potrai trovare tutte le informazioni per l’autolettura del gas uBroker. Per qualsiasi dubbio non esitate a contattarci o a scriverci nei commenti!

App uBroker: Ecco i suoi 3 Metodi di Accesso

Sei Classico, Affezionato o Periodico? L’App uBroker dà la Soluzione a Ognuno

uBroker è il gestore conveniente, unico e fresco per le tue utenze e con l’App uBroker sei ricco di possibilità. Le funzioni per tutti i suoi utenti danno modo di poter essere sempre aggiornati sulle proprie utenze.

Ecco il link per poter entrare nell’app uBroker.

app ubroker, ubroker

La nostra App uBroker è fiera di dare spazio alla scelta del cliente. I 3 metodi di accesso possono così soddisfare le esigenze di tutti i clienti

Da questa piattaforma si potrà avere accesso a:

Tuttavia, per poter controllare e gestire queste informazioni, è indispensabile accedere alla Web App uBroker. E non esiste una sola via di accesso, ma ben 3.

1. Il classico: registrati

La prima soluzione è senz’altro la più comune, ossia la registrazione mediante l’indirizzo e-mail e una password da inventare.

Per una password sicura ed efficace, la lettura di questo articolo potrà tornare molto utile.

app ubroker, ubroker

Perciò, attraverso questi dati, il cliente potrà completare la propria registrazione sull’app uBroker e avere così accesso a tutti i punti sopra elencati.

PRO: Scegliendo questo metodo di iscrizione, la lista di informazioni visibili si arricchisce di un ulteriore punto:

  • poter visualizzare il metodo di pagamento scelto

Inoltre potrete accedere sempre con le stesse credenziali, ed eventualmente farle ricordare a Google così da non doverle più inserire.

2. L’affezionato: account Zero

Possedete già un account sulla nostra app Zero? Se la risposta è sì, allora non sarà necessario iscriversi nuovamente.

Infatti, essendo dei Collaboratori o dei Testimonial di ScelgoZero, si potranno usare i dati dell’account Zero già esistente per accedere all’app uBroker.

Basterà cliccare sul pulsante dedicato a questo passaggio.

app ubroker, ubroker

Anche attraverso questo metodo di accesso, sarà possibile controllare il metodo di pagamento per le proprie bollette.

3. Periodico: codice di accesso

L’app uBroker è pensata anche per chi non volesse avere un account nella piattaforma.

In ogni bolletta rilasciata è presente un codice posto nell’angolo destro del foglio.

app ubroker come entrare

Questo codice permette al cliente di entrare nell’area personale della piattaforma senza che sia richiesta una registrazione.

Sarà perciò sufficiente passare alla sezione CODICE DI ACCESSO, inserire il codice di 8 caratteri e cliccare sul pulsante verde ACCEDI.

Scegliendo questa strada però, non sarà possibile mantenere sempre lo stesso codice. Ogni mese infatti bisognerà utilizzare quello presente sull’ultima o penultima bolletta.

E tu come accedi?

Dentro il Cuore dell’Azienda – KICKOFF 2017

Condividiamo i successi con tutto il mondo uBroker – ScelgoZero

Venerdì 3 marzo 2017 si è tenuto presso il PALACE, la sede operativa di uBroker, l’evento riservato a noi dipendenti e ai dirigenti della sede centrale.

Tutti presenti, carichi di entusiasmo e aspettative per ascoltare il Presidente, ing. Cristiano Bilucaglia supportato da Mauro Marinelli (COO) e Angelo Sidoti (CFO), che esponevano i risultati del 2016 e i progetti per il triennio 2017 -2020.

Per quanto è possibile descrivere attraverso queste poche righe, l’emozione ha guidato la presentazione.

Infatti i risultati straordinari ottenuti in soli due anni e le prospettive per un futuro ancora più roseo hanno contribuito a creare un clima di grande entusiasmo anche tra chi di noi si occupa degli aspetti operativi e che potrebbe trascurare il “grande disegno imprenditoriale”.

 

grafico crescita scelgozero

Anche dal punto di vista ambientale gli uffici hanno trovato giovamento, non solo per il nostro atteggiamento ma anche per i benefit che ci hanno messo a disposizione.

Infatti una profonda ristrutturazione in chiave architettonica delle zone ricreative, della zona del pranzo, dei bagni e delle postazioni di lavoro descrivono l’intenzione dell’azienda di rendere sempre più confortevole e intimo l’ambiente di lavoro.

Dal punto di vista dell’ampliamento dello staff operativo, già da mesi è stato avviato un continuo processo di selezione volto ad arricchire il team delle migliori collaborazioni negli ambiti più critici.

Che il Palace di Collegno è un ambiente ideale dove lavorare lo dimostrano i numeri realizzati dall’azienda, ma anche i servizi a disposizione di tutti. Infatti da oggi, per tutti, tanta frutta fresca e forniture di caffè ed affini gratis! Un regalo inaspettato!

Dopo l’ultimo applauso, quando pensavamo che la presentazione fosse finita, il Presidente ci ha stupiti con un ultima novità. La gamification è davvero di casa in ZERO e non è solo nei nostri prodotti.

Infatti da quest’anno viene inaugurata la premiazione del Dipendente dell’anno! In pochi minuti abbiamo tutti votato i tre più meritevoli dell’azienda che sono risultati poi essere in quattro.

Vi rimandiamo all’album del Kickoff sulla nostra pagina Facebook!

 

 

 

 

La Verità su uBroker

La Verità su uBroker luce e gas: non un semplice fornitore, molto di più

Definire uBroker come un semplice fornitore di luce e gas è davvero riduttivo, e noi del gruppo ZERO lo sappiamo bene: siamo una sua creazione!

Un frutto di un’azienda innovativa che è riuscita a unire le esigenze del mercato energetico con quelle del cliente. Una combinazione perfetta che ha portato a risultati fuori dal comune.

Fondata nel 2014 dai due esperti imprenditori Cristiano Bilucaglia e Fabio Spallanzani, uBroker ha avuto una crescita media del

+300% anno su anno.

Numeri sicuramente non regalati dal caso o dalla fortuna. Se così fosse tutto il team non dormirebbe sereno la notte, sperando di avere ancora un posto di lavoro il mattino dopo. Invece non è così! Tutto il nostro team, di ZERO e uBroker, riposa sereno e può dirsi orgoglioso dei grandi progressi della società.

Ognuno di noi ha contribuito ad aggiungere uno pezzo di successo al grande puzzle dell’innovazione di uBroker. E non potremmo essere più soddisfatti del percorso imboccato, una strada felice per l’azienda e per i suoi clienti.

E allora qual è il segreto che ha portato ad avere questi numeri? In realtà, più che segreti si è trattato di un mix esplosivo di strategie e valori, applicate con costanza e serietà:

  • attenzione massima verso i clienti
  • 100% italiana
  • smart e tecnologicamente avanzata
  • impegno sociale con BeChildren
  • e ovviamente azzera la bolletta!

E va bene, aggiungiamo anche un pizzico di fortuna. Ma è giusto così! Ogni azienda di successo deve essere supportata anche dalla fortuna, l’importante è portarla dalla propria parte 🙂

Perchè sono nati uBroker e ScelgoZero?

Cristiano Bilucaglia e Fabio Spallanzani hanno a lungo analizzato il mercato energetico italiano. Da questo si sono accorti di alcuni problemi:

  • i fornitori di energia erano pochi e molto grandi, con grande difficoltà per i clienti di comunicare con loro
  • il costo delle bollette era caricato delle enormi spese di marketing, riversate quindi sui clienti
  • nessuno riusciva a dare una reale opportunità di risparmio per i clienti.

Il cliente era quindi il membro nella peggior posizione tra tutti, frustrato dalle aziende che non li ascoltano e chiedono tanti soldi ogni mese.

Ecco che da questo scenario è nata la brillante intuizione dei due imprenditori, che ha portato uBroker a raggiungere i numeri di oggi.

ubroker luce e gas, opinioni ubroekr

Perchè non creare un gestore energetico…:

  • piccolo e vicino a tutti i clienti
  • abbattendo tutte le spese di marketing a favore di una bolletta più economica
  • trovando un modo per far risparmiare i clienti

L’ultimo punto è stato sicuramente quello più difficile da realizzare. Serviva un’idea opposta, nuova, diversa.

Capace di reinventare il mercato energetico e dare nuove possibilità ai clienti, prima del tutto sconosciute perchè i grandi player non mettevano a disposizione.

E dopo tanto pensare…. è nata l’idea perfetta: il primo progetto per azzerare le bollette di tutti i suoi iscritti, ScelgoZero!

Un fornitore, mille potenzialità

SI può dire che quella di uBroker è stata una storia imprenditoriale a tuttotondo. Nata da impegno, sacrifici e tanta voglia di rimescolare le carte in tavola.

Una volta creata l’azienda, era però necessario farla funzionare al meglio, con l’obiettivo di crescere lungo il tempo e azzerando più bollette possibili.

Ecco che ritorna il mix esplosivo di ingredienti mescolati con estrema cura. Una pozione magica che ha portato a una crescita senza precedenti.

 

1. ATTENZIONE MASSIMA VERSO IL CLIENTE

La Mission di uBroker cita:

“L’energia alimenta le nostre aziende, le nostre case, ma soprattutto le nostre relazioni. Per questo il punto principale della nostra mission è rendere semplici, economici e onesti gli scambi interpersonali, per concentrarci sulla collaborazione tra le persone, sulla fedeltà dei nostri clienti: il vero fulcro della nostra attività”.

In queste due frasi è concentrato il nucleo della società: l’attenzione verso il cliente.

Non esiste azienda di successo che non si concentri sui propri clienti perchè sono proprio loro quelli da premiare e ringraziare per il successo. Senza i clienti, una società non sarebbe che un edificio e dei computer.
Il cliente è capace di trasformare un team di persone e un’idea, in un brand noto in tutto il mondo.

Perciò disponibilità, cortesia e professionalità sono punti essenziali da rispettare, anche da noi del progetto ZERO, parte essenziale di uBroker.

ubroker vicino ai clienti

Il rispetto verso l’ambiente attraverso un’alta percentuale di energie rinnovabili nel nostro mix energetico è un altro nostro impegno. Non vogliamo fornire energia che danneggi i nostri stessi clienti, utilizzando il meno possibile fonti fossili.

2. 100% ITALIANA

Il nostro Paese, nonostante i suoi problemi, è stupendo. E questo è stato subito tenuto in conto alla fondazione della società.

Sarebbe stato un delitto non valorizzare l’Italia con questa nuova azienda energetica sul mercato. E così venne fatto.

  • sede legale e operativa italiane
  • personale tutto italiano
  • call center e assistenza clienti unicamente italiani
  • gran parte dell’energia è italiana
  • ci rivolgiamo solo al mercato italiano

Siamo fieri di aver preso questo cammino rivolto tutto verso il nostro paese. E precisiamo che non si tratta di una mancanza di volontà e apertura verso il mondo e gli stranieri.

La nostra scelta dipende dal fatto di voler incentivare l’economia italiana tramite tutte le nostre possibilità e questo vuol dire rivolgere tutte le attività in questa direzione.

tutto quello che serve sapere su ubroker

3. SMART E TECNOLOGICAMENTE AVANZATA

L’infrastruttura degli uffici di uBroker tocca i massimi standard di modernità. Hardware e software di ultima generazione, costanti aggiornamenti di monitor e pc, una struttura informatica all’avanguardia e, ciò che interessa di più ai clienti, le nostre web-app.

A noi piace fare le cose per bene, perciò il nostro ufficio IT ha sviluppato ben 4 web-app:

  1. app collaboratori
  2. app testimonial
  3. app clienti uBroker
  4. app backoffice

Le prime tre sono dedicate ai clienti dell’azienda e ai partecipanti di ZERO, sia per quelli che puntano a risparmiare che per quelli che ne fanno un vero e proprio guadagno.

L’app backoffice è invece il portale dal quale il nostro ufficio gestisce l’intera rete di clienti, con relativi contratti, pagamenti e ogni informazione utile.

Quello di cui andiamo particolarmente fieri è il fatto che ognuna di queste web-app sia stata sviluppata internamente. Non abbiamo perciò comprato dei software, bensì grazie alle capacità del nostro team ICT (Information & Communication Technologies), abbiamo potuto inventare e creare tutto da noi.

la verità su ubroker, ubroker tecnologica

Questo facilita e velocizza ogni processo, sia per noi che per tutta la customer experience.

4. IMPEGNO SOCIALE CON BECHILDREN

La realtà nel mondo è spesso più dura di come noi la conosciamo, ma le azioni che si possono fare per migliorarle sono molte.

BeChildren è la rappresentazione dell’impegno di uBroker nel voler migliorare il mondo, nel suo piccolo.

Questa associazione è andata in diversi paesi per seguire la propria missione:

E ha già in cantiere la prossima missione umanitaria: schierarsi in prima linea per aiutare bambini e famiglie in difficoltà in Colombia.

ubroker aiuta i bambini

Noi di uBroker supportiamo costantemente BeChildren, coscienti della sua opera di bene. Diversi Warm up ZERO hanno dato spazio all’associazione di condividere le proprie esperienze con il pubblico e soprattutto di organizzare una lotteria benefica per la raccolta fondi.

Inoltre ci impegnamo in attività benefiche come la donazione di mille pasti alla mensa dei poveri di Torino.

5. MIGLIAIA DI BOLLETTE AZZERATE

Ultimo ma non ultimo, la carta vincente di questo gestore energetico: ScelgoZero e la sua opportunità di azzerare le bollette.

Questo aspetto è stato forse quello che più ha accresciuto la fama di uBroker, l’unico fornitore capace di non far pagare le proprie bollette.

Pare assurdo, ma la verità è proprio questa. Qui troverete come è possibile azzerare le proprie bollette.

E vi accorgerete che l’intero processo funziona, e anche bene. Perchè tutto è studiato per fornire il miglior servizio al cliente a un prezzo stracciato: zero euro!

Alcune delle migliaia di bollette azzerate.

verità su ubroker, ubroker opinioni

uBroker è un gestore ricco di idee, tanto da creato il progetto Zero per azzerare le bollette. La verità su uBroker? È tutta da scoprire

 

Quindi qual è la verità su uBroker?

La verità su uBroker?

È unica

Non esiste alcuna azienda fornitrice di energia italiana che comprenda tutti questi servizi, impegni e attenzioni verso il cliente.

E in particolare con ZERO il cliente ha un’opportunità ancora più innovativa, potendo avere luce e gas gratuiti, per tutta la vita!

uBroker nasce dalla volontà di dare una scossa al vecchio e stantio mercato energetico, occupato da colossi lontani dalle esigenze dei clienti e interessati unicamente a diventare ancora più grandi.

Si fanno la guerra a vicenda a suon di offerte allettanti e pubblicità accattivanti. Dove le prime spesso nascondono un maxi conguaglio dopo qualche tempo, mentre le seconde fanno lievitare la spesa delle bollette.

È stato detto un forte NO a tutto questo.

Con capacità di visione e un team all’avanguardia uBroker, insieme a ScelgoZero, è stata capace di rimescolare le carte in tavola.

Per una nuova energia capace di azzerare Canone Rai e le proprie bollette.

Zero e il suo team presente al Gamification World Congress 2016!

Tra gli esperti della Silicon Valley e i professionisti arrivati da tutto il mondo, si sono discusse le ultime innovazioni nel coinvolgimento di clienti e dipendenti.

Aziende e organizzazioni come KFC, Belron, Leroy Merlin, Evo Bank, Chiesi, Boehringer Ingelheim e Abbvie hanno i loro casi di successo nel coinvolgimento dei clienti e dipendenti non più come parte passiva ma con una funzione attiva.

Infatti con “gamification” si intende l’utilizzo di elementi mutuati dai giochi e delle tecniche di game design in contesti esterni ai giochi. Il termine, introdotto nel febbraio 2010 da Jesse Schell, ora al centro dell’attenzione di tutti i dipartimenti di marketing delle maggiori aziende mondiali, contiene i principi base per sviluppare una relazione proficua con clienti e dipendenti.

La quinta edizione della GWC (Gamification World Congrss http://www.gwc-conference.com ) ha quindi accolto a Madrid il 26 e 27 ottobre 40 dei principali esperti di gamification del mondo, rispettivamente nei diversi settori aziendali: dalle relazioni con i clienti, alle risorse umane, all’educazione e fino alla salute.

Esperti internazionali come Kevin Werbach (The Wharton School), Yu-Kai Chou (Il Gruppo Octalysis), Ercan Altug (KFC), Stephen Dinehart (game designer per Nintendo, Activision, Warner Bros, etc.) hanno presentato le ultime tendenze nei più disparati settori delle nuove tecniche di ingaggio.

In proposito sono significative le dichiarazione dei Big player presenti:

  • Eric Laborde (CEO di Pernod Ricard Spagna ) ha dichiarato “il nostro futuro è adesso integrazione digitale. L’innovazione è parte del nostro DNA. Il digitale è nella nostra vita quotidiana e, approfittando di tutte le opportunità, abbiamo modo di andare avanti“.
  • José Miguel Martínez Checa (Responsabile Innovazione e Strategic Solutions Abbvie) ha affermato “la gamification è un potente strumento per ottenere l’impegno e la partecipazione delle persone, tra cui per cui innoviamo. Con il potenziale della condivisione di informazioni potremmo cambiare questioni importanti come la gestione di una malattia o l’educazione medica continua“.
  • Patrick Dost , Country Manager in Spagna di Qualifio, ha spiegato alcune delle loro storie di successo nell’applicazione meccanica di gioco per marchi e aziende. Secondo Patrick, “il marketing oggi ha bisogno di avere una strategia integrata e globale. L’impegno con i clienti deve essere allineato con le strategie di fidelizzazione del servizio clienti e con le segmentazioni dei clienti“.
  • Evo Bank ha mostrato come un settore difficile come quello bancario può migliorare il rapporto con i propri clienti grazie alle app. Con le parole di Pablo Carbonell, Business Development & Marketing Evo Bank, “cerchiamo sempre l’eccellenza per andare oltre le zone di comfort comuni, sempre con l’obiettivo di dare ai nostri clienti una maggiore interazione con noi. Siamo sicuri che la gamification applicata ai prodotti bancari possa provocare una maggiore soddisfazione e una maggiore raccomandazione. “
  • Il caso di KFC (Kentucky Fried Chicken) in Turchia non è un caso isolato, e mostra una soluzione innovativa per un problema comune in molte aziende. Ercan Altuğ Yılmaz, esperto di tecnologie dell’apprendimento in KFC, spiega come usando la Gamification e integrandola all’interno di un app mobile, hanno aiutato i nuovi dipendenti a modificare delle informazioni in modo più agile.
  • Con le parole di Sergio Jimenez (CEO Aiwin e co-fondatore di GWC Conference), ” Il lavoro è un gioco mal progettato e alcune aziende l’hanno già capito. Questo è il motivo per cui quella delle risorse umane è una delle zone in cui applicare la gamification garantisce un alto tasso di successo. […] Motivare il talento non si ottiene con una pacca sulla spalla. Per motivare, il gioco è la nostra ispirazione. Con questo approccio nel corso dell’ultimo anno che Aiwin ha implementato la gamification nelle principali aziende spagnole, con diversi obiettivi, che vanno dallo sviluppo del talento a migliorare l’impegno dei dipendenti. Le nostre previsioni indicano che per il 2020 oltre il 50% delle grandi aziende in Spagna costruiranno un qualche tipo di soluzione basata sul gioco nei loro processi relativi alle risorse umane “.
  • La Gamification e l’uso dei giochi in azienda ha aiutato a digitalizzare le imprese. Rosa Maria Lopez Carneros, Responsabile Multicanalità di Boehringer Ingelheim, ha detto: “Ci concentriamo sulle persone: sui pazienti, medici e collaboratori interni. Cerchiamo un approccio che ci permetta di conoscerli meglio per soddisfare le loro esigenze e aspettative. In questo la gamification ci aiuta a cambiare abitudini di lavoro, ottimizzare i processi, ci permette di addestrare e di motivare. Sulla fine ognuno di noi ha un ‘giocatore’ dentro“.
  • José Carlos Cortizo , uno degli organizzatori di GWC e Direttore Marketing BrainSINS, aggiunge che “L’impegno con i clienti è la grande sfida di quasi tutte le attività. In realtà ci sono un sacco di studi che mostrano la grande correlazione tra la fedeltà dei consumatori e il loro impegno di acquisto con un marchio. Tuttavia in Spagna abbiamo ancora una lunga strada per andare a migliorare le esperienze di shopping degli utenti, e per trovare nuove soluzioni basate sul gioco o sulle nuove tecniche di ingaggio, il cui potenziale è radicale per migliorare queste interazioni“.

Da parte nostra la conferma, dopo tre giorni di tavole rotonde e confronti con i maggiori esperti di settore, che il progetto ZERO è all’avanguardia in merito al coinvolgimento di clienti e collaboratori nel processo di diffusione virale.

A confermarlo le dichiarazioni in proposito “Zero è un progetto nato con la logica della gamification integrata in tutti i processi. Cresce con ritmi di crescita elevatissimi, anche al di sopra delle aspettative. Ogni mese segniamo un nuovo record e la nostra filosofia di coinvolgere il cliente nel processo di diffusione e branding si sta rivelando essenziale. Siamo consapevoli di essere solo all’inizio del processo di coinvolgimento dei clienti e dei collaboratori. Abbiamo in serbo straordinarie innovazioni, non resta che attendere che il futuro si manifesti!

Vi lasciamo alla piccola GALLERY del viaggio e della conferenza!

View Conference 2016, formazione e innovazione continua!

Il successo di ZERO continua inarrestabile, il segreto? Una formazione continua, orientata sempre alla migliore innovazione.

Dal 24 al 28 ottobre si è svolta a Torino, presso Torino Incontra in via Nino Costa 8, la 17esima edizione della View Conference sull’innovazione e le tecnologie digitali.

La rassegna, che ha visto la presenza di ospiti prestigiosi ed internazionali come Donald Greenberg, Brad Lewis, Byron Howard, Conrad Vernon, ha trattato le tecniche avanguardistiche di sviluppo di videogames e film di animazione 3D. Molti spunti hanno riguardato anche l’evoluzione dell’economia digitale, sempre più orientata al mondo mobile e alla gamification.

Gli spunti, oltre che sorprendenti e affascinanti nel contesto della grafica digitalizzata, sono stati molteplici anche in ottica di sviluppo del progetto ZERO: la conferma che la via corretta per l’espansione di un’iniziativa di successo è la dimensione mobile (quindi su device come smartphone e tablet), che la struttura organizzativa basata sulla formazione e sugli incentivi è la strada più efficace per condurre al successo, che i risultati e le iniziative devono sempre essere sia personali che condivise all’interno del proprio team.

Tutto ciò ci rende enormemente orgogliosi di quanto costruito fino ad ora e soprattutto delle incredibili innovazioni che ZERO ha in serbo per il futuro prossimo. Iniziative che ci collocheranno entro poco tempo al vertice delle nuove iniziative imprenditoriali basate sull’economia digitale.

Mobile gaming

Una slide esemplificativa dell’enorme giro d’affari che alimenta il mercato del mobile gaming

Rimborso Canone RAI: richiedilo online

Chiunque ne abbia diritto può richiedere il Rimborso del Canone RAI, direttamente online

Da Luglio 2016 il Canone RAI è stato aggiunto automaticamente nella bolletta elettrica, poiché fino allo scorso anno la percentuale di riscossione dell’infelice tassa televisiva era decisamente troppo bassa.

Maggio era il termine ultimo per la richiesta di esenzione dal pagamento per gli aventi diritto. Ora, per chi fosse in ritardo, è possibile richiedere direttamente un rimborso del Canone RAI, sempre nel caso si rientri nella categoria di persone non tassabili. Da Giovedì 15 Settembre 2016 infatti è possibile richiedere il rimborso, anche online dal sito dell’Agenzia delle Entrate.

Leggi qui per avere più informazioni su chi ha diritto all’Esenzione Canone RAI.

Come chiedere il rimborso del canone RAI

 

Innanzitutto è necessario iscriversi ai servizi telematici Entratel o Fisconline.

Spedita la domanda, accompagnata da una copia di un documento d’identità, se verrà accettata, si avrà diritto al rimborso entro 45 giorni, che sarà erogato direttamente nella prima bolletta elettrica.

Per ulteriori informazioni visitare la pagina sul rimborso del Canone RAI.

Scarica il modulo per richiedere il Rimborso del Canone RAI

QUI le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate.

Non sei esente ma non vuoi pagare il Canone RAI?

Leggi Come non pagare il Canone RAI anche se non sei esente.