Skip to content
onda-parziale-inferiore-600-px-gradiente-.png

Non devi essere bravo, devi essere esperto nel tuo campo.

E’ pieno di persone brave, ancora più pieno di persone incompetenti (si sa) ma qualunque sia la tua professione la vera differenza la fai essendo esperto.

Certo essere il migliore è un obiettivo ancora più ambizioso, ma di certo molto più complesso da raggiungere. Essere esperti invece è alla portata di tutti coloro che hanno una mentalità lungimirante.

Ma per essere esperto bisogna capire prima di tutto qual è il proprio settore, e spesso è meno scontato di quanto sembri.

Ad esempio un comico non vende biglietti, ma intrattenimento. Un cantante non vende canzoni, ma emozioni. E per quanto nel network marketing si sia tentati di identificare la propria professione con la vendita, o con il prodotto/servizio dell’azienda stessa, il nostro vero mestiere è il networker ed è su quello che ci dobbiamo concentrare.

Conceptual image of network marketing – male hand connecting the wooden cut circles with person icon on them.

Come diventare esperti del settore del Network Marketing?

Il Network Marketing si può dire che sia un mestiere che cambia nelle diverse fasi della vostra carriera, ne parleremo tra poco, ma alcune cose rimarranno sempre uguali.

Le basi

Per prima cosa dovrete sempre ricordarvi che il successo non viene regalato, né tanto meno piove dal cielo: va guadagnato nel tempo, con lavoro e molti sacrifici, ma quando lo raggiungerete la vostra vità avrà un’altro sapore.

Un altro elemento fondamentale è essere sicuri di sé (notare che non abbiamo detto apparire, ma essere) perchè è il terreno fertile su cui crescono i contratti, le amicizie e le collaborazioni.

Chi si fiderebbe di qualcuno che risulta incerto su se stesso?

E infine, dopo la costanza e la sicurezza, ci vuole umiltà, perchè ogni percorso di crescita nasce e cresce grazie alla capacità delle persone di mettersi in discussione. Nessuno è perfetto, ma chi è umile ci si può avvicinare.

Legge di pareto network marketing

Gli inizi

All’inizio è fondamentale la conoscenza profonda e precisa di cosa si sta promuovendo: il prodotto o il servizio è sicuramente un aspetto importante, ma imparate a non sopravvalutarne l’importanza perchè conoscere il prodotto o servizio non basta affatto.

Certo però se non saprete rispondere a delle domande sarà tutto più difficile.

Per questo usarli in prima persona vi aiuterà a conoscerli a fondo tanto da non temere alcun tipo di obiezione.

I progressi

Man mano che andrete avanti le persone non vi seguiranno per il servizio ma perchè si fidano di voi, dategliene modo.

Per fare questo dovrete di sicuro sviluppare un buon biglietto da visita: un discorso vero e sincero, ma soprattutto sintetico ed accattivamente, per far interessare gli altri al vostro prodotto o servizio, ma soprattutto a voi stessi.

Raccontare il proprio percorso su instagram di sicuro alimenterà il vostro personal branding, e questo vi tornerà utile man mano che la vostra carriera proseguirà.

Applicare con costanza i metodi insegnati dall’azienda sarà utile a non perdersi per strada, a evitare di sperimentare con pratiche inutili e soprattutto a velocizzare la propria carriera.

mentalità e cervello

La leadership

Arriverete presto ad uno stadio evolutivo del vostro percorso in cui la promozione sarà più vicina ad un ricordo che ad un lavoro.

Con il crescere della vostra struttura dovrete imparare a prendervene cura, a nutrirla, a guidarla come dei veri leader.

Oltre a raggiungere uno stadio di maggiore soddisfazione personale e professionale di sicuro otterrete molti più risultati lavorando sul vostro team piuttosto che facendo tutto da soli.

La chiave dell’imprenditoria e della leadership è saper delegare senza perdere il controllo, un equilibrio che svilupperete con lo studio e la pratica.

Inoltre, ma non meno importante, bisognerà ricordarsi dei valori fondamentali: lungimiranza, sicurezza, umiltà.

Perchè se anche ora siete al vertice della vostra struttura, avete ancora tutta la vita davanti. Un buon leader sa che imparerà più lui dal suo team di quanto loro impareranno dal leader.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email