Le 5 Novità Apple in Ordine di Importanza

Dal Sistema Operativo agli iPhone di Ultima Generazione, Apple Non Passa Mai Inosservata.

Apple è la parola più ricorrente in questa frenetica giornata post-Keynote. Come ogni anno, la diffusione dei rumors incontra la sua fine per lasciare spazio a fotografie e video dei nuovi fiori all’occhiello del marchio di Cupertino, i quali diventano virali sul web.

Il 2017 è però un anno particolare per l’azienda, perché nel 2007 venne presentato l’oggetto che rivoluzionò il settore della telefonia: l’iPhone.

Perciò, esattamente 10 anni dopo, tocca al CEO Tim Cook lasciare il proprio segno nella storia del mobile.

E lo fa inaugurando lo Steve Jobs Theater, un futuristico teatro cilindrico in fibra di carbonio e vetro che ha avuto ieri il suo debutto ufficiale. Situato all’interno dell’immenso Apple Park, le cui dimensioni superano quelle del Pentagono, si è rivelato il luogo perfetto per valorizzare al massimo i nuovi prodotti.

tutte le novità del marchio dall'Iphone a ios 11

Veniamo quindi alle 5 novità del Keynote Apple in ordine di importanza.

5. Apple TV 4K

iphone x e apple tv tutte le caratteristiche

Il suo cuore pulsante diventa un chip A10X Fusion tri-core di ultima generazione, accompagnato da 3 GB di RAM. Questo si traduce in una definizione 4K: 4 volte superiore all’HD.

Questo modello, perciò, disporrà di una vasta gamma di film in risoluzione 4K. In più, si avrà la possibilità di convertire i file HD acquistati in passato in formato 4K, il tutto gratuitamente.

In Italia sarà disponibile dal 22 settembre alla cifra di 199€ per la versione da 32 GB e a 219€ per quella da 64GB.

4. Apple Watch 3

“Apple Watch è l’orologio più venduto al mondo”

Parole ricche di orgoglio di Tim Cook, consapevole di aver scalzato tutta la concorrenza del settore, valido sia per smartwatch che per orologi classici. E dal 22 settembre verrà lanciata nel mercato la terza generazione, simile nel design, ma trasformata nel software.

keynote 2017 viene presentato apple watch 3

Novità assoluta è la presenza nel modello principale del modulo LTE con virtual sim, chiamata Cellular. Questo rappresenta un notevole distacco dal compagno iPhone, dato che non sarà più richiesta la sua vicinanza all’orologio per poterlo sfruttare a pieno.

La SIM garantirà la connettività mobile e la possibilità di telefonare senza il proprio smartphone.

Oltre a ciò il dispositivo è sostenuto da un processore S3 dual – core che, a detta della casa, porterà a un upgrade in velocità ed efficienza.

Resterà fedele ad alcune precedenti features quali impermeabilità ad acqua e polvere, GPS, altimetro, barometro e caratteristiche biometriche per il monitoraggio dell’attività cardiaca.

Il tutto sarà sostenuto da una batteria non così performante. Le statistiche sul sito ufficiale rivelano un’autonomia di 18 ore con l’orologio in stand-by, mentre appena 4 ore con l’utilizzo di GPS e chip LTE.

3. iPhone 8 e 8 Plus

Il marchio di Cupertino soddisfa anche quest’anno le aspettative dei consumatori, presentando l’evoluzione dello smartphone precedente.

presentazione di iphone 8 e iphone x

L’iPhone 8 non nasce con l’intento di stravolgere gli schemi.

Anzi, si basa proprio sulle solide certezze già presenti negli altri modelli, attraverso la resistenza ad acqua e polvere, la presenza del tasto home e la chassis in alluminio.

Gli upgrade comunque non potevano mancare:

  • presenza del vetro resistente anche nella parte posteriore
  • fotocamera migliorata attraverso i 12 Mp a disposizione e la presenza di nuovi sensori
  • il potente Soc Apple 11 Bionic assicura elevate prestazioni durante l’utilizzo

I due modelli, rispettivamente da 4.7 e 5.5 pollici, saranno disponibili dal 22 settembre con una cifra base di 839€.

2. iPhone X

Appare come una banale X, ma in realtà la sua corretta pronuncia è “dieci”, proprio per rifarsi al decimo compleanno del Melafonino.

L’IPhone X si propone sul mercato come il modello di punta del Big tecnologico, con l’obiettivo di aprire la strada a una linea esclusiva di prodotti, attraverso esclusive funzioni e design.

La parte anteriore non ha bordi o tasti fisici, solo un avanzato schermo OLED.

Le innovative funzioni sono molte:

  • Prima tra tutte è senz’altro il riconoscimento facciale, chiamato Face ID. Basato sull’analisi di 300.000 punti del volto del proprietario, è stato sviluppato come sostituto dell’ormai “obsoleto” touch ID. Quest’ultimo non sarà più presente vista la mancanza del tasto fisico Home. Face ID andrà quindi a rimpiazzarlo nei suoi compiti di protezione e pagamenti online.
  • Animoji è il nome della seconda novità principale del modello, la quale si presenta come rivisitazione delle classiche Emoji. Questo sistema riconosce l’espressione sul nostro volto e la converte in una “faccina animata” che potrà essere usata nelle chat.
  • Ricarica Wireless, in linea con la visione . Apple sta puntando su questa questa tecnologia perché ne vuole il suo sviluppo, mettendo da parte i fili.

Infine sotto la scocca sono state sono state apportate importanti modifiche come il chip A11 Bionic a 6 core e l’allungamento della batteria. L’iPhone X sarà acquistabile dal 3 novembre in Italia e con un prezzo di 1189€ per il modello da 64GB e 1359€ per quello da 256GB.

1. IOS 11

Ebbene sì, la nostra classifica pone al primo posto il sistema operativo e non il dispositivo su cui è montato. Questo per alcune innovazioni che hanno reso IOS 11 un software ricco e funzionale.

https://www.youtube.com/watch?time_continue=155&v=jAsxW5YtWrM

  •  Nasce ARKit

L’esperienza della realtà virtuale è un grande passo avanti verso il suo sviluppo.

Il programma ARKit, attraverso fotocamera e sensori di movimento, permette al device di trasformarsi in un supporto AR.

Questo potrà riprodurre oggetti 3D, creare ambientazioni  e immergersi nei videogiochi. Il tutto attraverso uno schermo.

Agli effetti pratici, con questa mossa Apple si è imposta efficacemente nel mercato, realizzando la più grande piattaforma VR al mondo.

  • Siri e Grafica

L’assistente guadagnerà una voce incredibilmente umana e adotterà anche una nuova voce maschile, in aggiunta a quella femminile. La cosa incredibile sarà la sua capacità di modulare il tono di voce permettendole una voce meno impostata.

Disporrà inoltre della traduzione istantanea in una differente lingua, per adesso in francese tedesco, cinese e anche italiano.

Infine Control centre, lock screen e App Store hanno ricevuto una restyling grafico intuitivo e piacevole per gli occhi.

Anche quest’anno l’imponente evento Apple si è concluso. Non resta che attendere la data e i rumors del prossimo.

 

 

 

Questo Museo ci Insegna una Lezione Importante

Seconda Occasione Per Gli Oggetti Flop Del Mercato

Quanti nuovi prodotti escono sul mercato ogni giorno?

Quanti di loro ne sconvolgono il delicato equilibrio?

E quanti, invece, vengono posti nel dimenticatoio, mentre i loro designer tentano di nascondersi dietro la propria scrivania?

Samuel West ha deciso di dare una risposta concreta all’ultima domanda in questione, attraverso un bizzarro museo degli “epic fail” aziendali, il Museo del Fallimento.

La collezione aprirà i battenti al pubblico, in forma del tutto gratuita, il 7 giugno 2017, nella città di Helsingborg, in Svezia.

Ogni oggetto presente nell’esposizione appartiene proprio al fondatore, il quale ne ha raccolti più di sessanta e ognuno di essi rappresenta una parte di storia che l’azienda produttrice vorrebbe cancellare dai propri archivi.

Ecco quindi di seguito alcuni prodotti genialmente non-intuitivi che non hanno avuto l’opportunità di spiccare il volo.

CocaCola II: The New Coke

Il marchio Coca Cola merita un posto d’onore tra i prodotti flop, attraverso la nascita, nel 1984, della Coke II, una sorta di 2.0 che avrebbe dovuto sostituire la sua predecessora, per soddisfare le continue richieste di novità del mercato. Purtroppo per l’azienda, i consumatori in questo caso volevano tenersi ben stretti la vecchia amica classica, la quale nel 1985 venne reinserita nel mercato, mettendo al tappeto la 2.0.

Lasagne Colgate: Dentifricio a Tavola

Come non poter citare la lasagna surgelata marchiata Colgate, nata negli anni ‘80. E no, non si trattava di una lasagna dove al posto della besciamella era presente il dentifricio, ma di una lasagna a tutti gli effetti! Tuttavia non riuscì a catturare l’attenzione dei clienti, i quali evidentemente restarono fedeli alla cucina della mamma.

Apple Newton: Nonno dell’IPad

museo-fallimenti-fail-insuccesso

Anche il colosso internazionale Apple ebbe un proprio insuccesso. Nel 1993 venne lanciato sul mercato l’Apple Newton, un palmare che avrebbe dovuto stravolgere il mercato tecnologico dell’epoca. Tuttavia, l’unica cosa che riuscì a stravolgere fu la collera di Steve Jobs, il quale, una volta tornato alla direzione dell’azienda nel 1998, lo blindò nello scantinato di casa propria.

Blockbuster: L’Epoca di Internet

Probabilmente con un tocco di cattiveria, Steven inserirà anche il marchio Blockbuster, compagnia di noleggio film. Quest’ultima chiuse i battenti nel 2010: non a causa di un personale fallimento, ma dall’inarrestabile avvento dello streaming online.

CocaCola Blak: The New-New Coke

La Coca cola, evidentemente non soddisfatta di un singolo fallimento, decise di cimentarsi nella Coke Blak. Si trattava di una bevanda rilasciata nel 2006 che presentava una miscela del classico prodotto con il caffè. Tra lamentele per la troppa caffeina e per la mancata coesione di gusti, due anni dopo la vendita venne bloccata.

Nella categoria “oggetti dell’altro mondo” si possono senz’altro inserire svariati cimeli:

CueCat: Gatto Intelligente (Ma Non Troppo)

museo-fallimenti-scanner-gatto

Nel 2000 nacque il Cuecat, un lettore di codici a barre dalla forma di un grazioso micio, di modo da poter risalire al sito desiderato senza dover digitare l’URL. Probabilmente il pubblicò apprezzò di più la tastiera.

Hot Road: Fragranza di Pneumatici

Non tralasciamo l’intensa fragranza per uomo rilasciata nel 1996 dalla Harley Davidson, elaborata su misura per i propri centauri. La casa motociclistica però puntò sulla categoria di uomini meno incline all’uso del profumo, segnando un altro punto nella classifica dei fallimenti storici.

Twitter Peek: ChipChip

flop-clienti-twitter-zero

Ultimo, ma non ultimo (c’è sempre peggio al peggio) è il Twitter Peek: un dispositivo mobile lanciato nel 2009 dalla società Peek, il cui unico scopo era letteralmente “cinguettare”, ossia twittare sull’omonimo social, alla modica cifra di 200 dollari. I consumatori preferirono andare al parco ad ascoltare gli usignoli.

Ecco quindi alcuni simpatici oggetti che saranno presenti in questa mostra.

Ciò che è fondamentale sottolineare è l’intenzione del proprio fondatore, il quale non vuol tentare di deridere questi progetti. Bensì, facendo proprio il motto “il fallimento è necessario per l’innovazione”, intende far comprendere che è inevitabile, in un mondo di molti successi, avere alle spalle alcuni fallimenti. Perché sono la prova del fatto di aver imparato da essi.

Vale la pena acquistare l’iPhone 7?

L’iPhone 7 è finalmente uscito, ma quanto è cambiato?

Sul web come sempre impazzano i commenti sulle novità di casa Apple, come al solito divisi tra lovers e haters.

Gli Apple fan non criticherebbero mai una sola scelta di Cupertino, anzi sono sempre pronti ad elogiarla, mentre gli Android lovers al contrario non perdono un’occasione per giudicare la mela.

Ma riassumiamo le novità in modo semplice e chiaro.

iPhone 7, cosa c’è di nuovo?

Riassumendo per punti:

  • waterproof
  • tasto home
  • processore
  • batteria
  • schermo
  • nuovi colori
  • audio stereo
  • cuffie wireless
  • fotocamera

Per chi pensasse a questo come ad un aggiornamento poco rilevante dal punto di vista hardware, vogliamo dimostrarvi subito il contrario.

apple iphone 7 waterproof

Questo è infatti il primo iPhone waterproof, caratteristica che ne allunga indubbiamente la vita e fa risparmiare i distratti, e che determina un incredibile passo in avanti per la casa madre.

Anche il tasto home è stato rinnovato, il primo iPhone ad avere un tasto soft touch. Sempre in grado di rilevare l’impronta digitale ora aggiunge un sensore di pressione e un feedback tattile corrispondente.

Passiamo rapidamente dai soliti aggiornamenti di prestazioni, batteria e schermo per atterrare subito sui nuovi colori: black e jet black, per la gioia dei fan.

apple iphone 7 jet black

Il secondo in particolare è un nero intenso, lucido e profondo, che eleva ancora una volta la qualità dei materiali presenti sugli iPhone e lo rende un oggetto di lusso.

Sono aggiornamenti importanti, ma non finiscono qui: nonostante la qualità delle casse Apple fosse già ottima sugli iPhone e garantisse una potenza audio notevole, iPhone 7 ha l’audio stereo e raddoppia la potenza audio rispetto a 6s. Ascoltare la musica all’aperto non sarà mai stato così naturale.

Ma nel comparto audio la novità più importante è la scomparsa del connettore jack per le cuffie.

apple airpods air pods wireless

Da oggi si useranno cuffie con adattatore lightning (quello della ricarica) o ancora meglio, wireless: le nuovissime AirPods, dal design elegante, la qualità audio estrema e le funzionalità collegate a Siri non hanno bisogno di un cavo e hanno 24 ore di autonomia.

Quali sono le differenze tra 7 e 7 plus?

Ovviamente il 7 plus avrà un dimensioni e uno schermo più grande:

  • 4,7″ per iPhone 7
  • 5,5″ per il 7 plus

Ma non solo. Avrà anche una definizione superiore:

  • 327 ppi (pixel per pollice) per il 7
  • 401 ppi per l’iPhone 7 plus

Peccato per il contrasto leggermente inferiore, come accadeva anche per il 6s e 6s plus.

differenze tra iphone 7 e iphone 7 plus

Ma la differenza più importante riguarda la fotocamera, che è anche una delle novità più interessanti.

La risoluzione di 12 MP è come sempre marginale nei dispositivi Apple. Entra in gioco infatti il nuovo flash True Tone quad-LED che illuminerà le foto del 50% in più e con colori più naturali, adattandosi anche alle condizioni di colore e luminosità dell’ambiente.

L’apertura focale del diaframma è aumentata a ƒ/1.8, il che comporta una maggiore raccolta di luce.

Fa inoltre il suo debutto sul nuovo iPhone 7 lo stabilizzatore ottico dell’immagine, tecnologia fino a qualche anno fa presente solo su fotocamere professionali.

Ma le fotocamere iPhone rendono al meglio anche grazie ad un processore d’immagine dedicato, e il nuovo ISP è ancora più evoluto, con messa a fuoco ancora più rapida e un bilanciamento dei toni e del bianco.

Il 7 plus d’altronde ha dalla sua, sempre per la prima volta, due fotocamere da 12 MP.

iphone 7 plus due fotocamere grandangolo teleobiettivo

Le due fotocamere però non sono uguali, infatti una ha una apertura più grandangolare che quindi permette di allargare lo sguardo della stessa, la seconda ha un teleobiettivo che migliora lo zoom.

In combinazione, le due fotocamere permettono uno zoom ottico 2x e uno zoom digitale 10x. Questa novità permette anche di percepire meglio la profondità di campo, rendendo sfumato lo sfondo anche se rimane piuttosto vicino al soggetto. Questa caratteristica era prima possibile vederla solo in fotocamere professionali, e Apple è riuscito a ricrearla.

Conclusioni

Per chi quindi fosse indeciso se è il caso di aspettare un altro anno per acquistare il prossimo modello, consigliamo di aspettare che i prezzi si abbassino un po’ e di lanciarsi nell’acquisto, perchè questo è un major update, ovvero un aggiornamento ricco di novità importanti, tutte visualizzabili su apple.com