Come Trasformare in un Ricordo il Canone Rai

Il nuovo problema del pagamento e la nuova soluzione di esonero

Periodicamente il Canone Rai torna a infiammare gli animi di molti clienti costretti a pagarlo.

Ma le persone nel gruppo di acquisto di ScelgoZero non dovranno preoccuparsi, il loro canone non avrà variazioni di prezzo.

I più furenti, tuttavia, sono coloro che avevano espressamente chiesto l’esonero nei tempi prestabiliti.

L’Agenzia delle Entrate aveva dichiarato che l’esonero si poteva richiedere dal 1 luglio 2016 al 31 gennaio 2017.

Tuttavia queste tempistiche non sono state rispettate: non dai clienti, ma dall’Agenzia! Infatti molte delle domande inviate durante tutto gennaio erano ancora in attesa nel momento del rilascio degli esenti.

Quindi per chi, nonostante la richiesta, si è visto il prezzo della bolletta più alto del previsto, dovrà nuovamente contattare l’Agenzia delle Entrate.

Si tratta di un processo lungo e fastidioso. Purtroppo non si è a conoscenza dei tempi in cui verrà risolto questo problema.

Esiste però un metodo alternativo per non incappare in questo tipo di problema: è funzionante, affidabile e a costo zero.

come non pagare il canone in bolletta, come azzerare il canone

E’ adatto a chiunque vorrebbe risparmiare sulle spese fisse, quelle di cui proprio non si può fare a meno, come il Canone o le bollette.

Con ScelgoZero si può azzerare il Canone RAI anche se non esenti, e si può risparmiare fino al 100% della bolletta.

La chiave del risparmio è sociale: maggiore è il numero di persone che partecipano a ScelgoZero, maggiori saranno i propri risparmi!

Non si tratta di un lavoro al quale dedicare preziose ore di vita per ottenere qualche misero sconto. Al contrario, con un’attività minima, ci si può già  assicurare un risparmio del 50% sulle bollette…per sempre!

Inoltre, risparmiare sulla bolletta vuol dire risparmiare sul Canone RAI, azzerando prima quello e poi il resto dei costi.

Dipende tutto da te, sicuro di voler pagare il Canone per il resto della tua vita?

Rimborso Canone RAI: richiedilo online

Chiunque ne abbia diritto può richiedere il Rimborso del Canone RAI, direttamente online

Da Luglio 2016 il Canone RAI è stato aggiunto automaticamente nella bolletta elettrica, poiché fino allo scorso anno la percentuale di riscossione dell’infelice tassa televisiva era decisamente troppo bassa.

Maggio era il termine ultimo per la richiesta di esenzione dal pagamento per gli aventi diritto. Ora, per chi fosse in ritardo, è possibile richiedere direttamente un rimborso del Canone RAI, sempre nel caso si rientri nella categoria di persone non tassabili. Da Giovedì 15 Settembre 2016 infatti è possibile richiedere il rimborso, anche online dal sito dell’Agenzia delle Entrate.

Leggi qui per avere più informazioni su chi ha diritto all’Esenzione Canone RAI.

Come chiedere il rimborso del canone RAI

 

Innanzitutto è necessario iscriversi ai servizi telematici Entratel o Fisconline.

Spedita la domanda, accompagnata da una copia di un documento d’identità, se verrà accettata, si avrà diritto al rimborso entro 45 giorni, che sarà erogato direttamente nella prima bolletta elettrica.

Per ulteriori informazioni visitare la pagina sul rimborso del Canone RAI.

Scarica il modulo per richiedere il Rimborso del Canone RAI

QUI le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate.

Non sei esente ma non vuoi pagare il Canone RAI?

Leggi Come non pagare il Canone RAI anche se non sei esente.

Come non pagare il Canone RAI

Le istruzioni dello Stato per chi è esente dal Canone RAI e quelle di Scelgozero per tutti gli altri

La Legge di Stabilità 2016 ha modificato la notifica per pagare il canone Rai. Se prima infatti arrivava il bollettino postale nella buca delle lettere, oggi il canone Rai sarà inserito come nuova voce nella bolletta elettrica. Si riduce così il rischio dello Stato di non incassare la tassa televisiva tanto odiata.

La notizia positiva però è che la cifra si arrotonda da € 113,50 a € 100,00, addebitati per il 60% nella bolletta di Luglio 2016, e i restanti 10€ al mese nelle ultime quattro bollette dell’anno.

Sarà da pagare solo per la prima casa, ma è comunque una spesa scomoda per molti, soprattutto viste le nuove frontiere dell’intrattenimento che comprendono streaming online o televisivo, bacheche di film, servizi on-demand e tv satellitare, e chi più ne ha più ne metta.

Come non pagare il Canone Rai?

Per chi non volesse assolutamente pagarlo e non può essere esentato, la soluzione è passare a ScelgoZero.

Passando a uBroker ed entrando quindi nel programma di fidelizzazione Scelgozero, si avrà la possibilità di ottenere sconti grazie al passaparola (mai riconosciuto ai propri clienti prima d’ora da nessuna compagnia), in quanto il gestore non investe nel comune e blasonato marketing, ma al contrario remunera i propri utenti-testimonial per il passaparola.

Con questa strategia chiunque può, usufruendo della sua rete di conoscenze, ottenere dei punti sconto validi di mese in mese, fino a coprire l’intera cifra della bolletta, tassa televisiva inclusa.
Quindi una volta ottenuto uno sconto di soli 8€ al mese sarà come non pagare il canone Rai.

E’ possibile iniziare fin da subito con il programma ScelgoZero registrandosi gratuitamente alla web-app Ioscelgozero, dove aggiungere gli amici, stampare i contratti e cambiare fornitore in autonomia dal proprio smartphone.

Il termine per l’esenzione slitta a maggio

[UPDATE]

Dalle prime analisi sui dati risulta che solo la metà dei canoni è stata effettivamente pagata, in quanto molti si sono rifiutati di pagare l’intero importo della bolletta tralasciando l’intero costo del canone Rai.

ATTENZIONE: Sconsigliamo di non pagare il canone RAI in quanto l’Agenzia delle Entrate ha pubblicamente annunciato che gli assenteisti verranno puniti.

Le alternative sono:

[AGGIORNAMENTO]

Nel 2017 il canone Rai di 100€ annuali verrà ridotto del 10% fino ad un prezzo di 90€ annuali, da pagare in 10 rate da 9€ nei primi 10 mesi dell’anno.