Back to work si torna a fare network

Si torna a fare network marketing

La pausa estiva è conclusa, per questo motivo è importante ricominciare il prima possibile a guadagnare con il Network Marketing. Le azioni da compiere per rafforzare questo business model sono riprendere i contatti e coinvolgere quante più persone possibili in vista della nuova stagione.

Network Marketing: come iniziare

Per tutti coloro che durante il periodo estivo hanno messo in discussione le proprie attività, con la volontà di intraprendere un nuovo viaggio per far crescere la propria persona e il curriculum, è bene sapere che il Network Marketing può essere la soluzione adeguata. Si tratta infatti di un modello di business a cui sempre più aziende attive sul panorama nazionale e internazionale si stanno affidando.

L’idea di fondo è che tutto il business si basa su una rete di contatti. Più esteso è il Network, più grande è il business e maggiori sono i profitti per tutti i membri coinvolti.

Un elemento importante da ricordare è che in alcuni casi, oltre al profitto corrispondente a un introito di denaro, il vantaggio può essere quello di ottenere prodotti o servizi aggiuntivi, o risparmiare su alcuni costi fissi che pesano sulle nostre spalle. Come nella nostra azienda in cui, a fianco al guadagno, i nostri clienti e collaboratori possono risparmiare sulle bollette fino ad azzerarle per sempre.

come iniziare network marketing

Prima ancora di iniziare ed essere coinvolti in un Network è importante assimilare bene questi concetti. Solo dopo averli compresi, infatti, sarà possibile trasmetterli efficacemente ad altre persone, per coinvolgerle attivamente nella rete.

Partire dalle basi per costruire un Network

Chiaramente, prima di iniziare il lavoro che porta alla costruzione del proprio Network, è necessario entrare a far parte della rete di qualcun altro. Attraverso questa azione si può effettivamente cominciare a ottenere qualche vantaggio personale. E non meno importante si riesce anche ad aiutare un amico, conoscente o parente a raggiungere specifici obiettivi.

Dopo aver intrapreso questo percorso, è fondamentale partecipare alle attività organizzate dall’azienda. Dopo l’estate – con la mente riposata – seguire convegni e riunioni e partecipare agli eventi online e offline è un modo molto efficace per apprendere i trucchi del mestiere da persone che hanno fatto del Network Marketing il loro successo.

A questo punto, è fondamentale mettersi in azione. Il consiglio è quello di cominciare con i parenti e le persone più vicine, per provare a mettere in atto quanto appreso durante le lezioni “teoriche” e notare eventuali errori per poi correggerli e migliorare. Solo a questo punto sarà arrivato il momento di allargare ulteriormente la cerchia.

Cominciare o ricominciare subito dopo l’estate è una scelta inoltre molto intelligente. Grazie al riposo estivo le persone sono più propense all’ascolto e hanno un approccio positivo e propositivo verso nuove opportunità ed esperienze.

Per allargare ulteriormente la cerchia e consolidare il primo livello del proprio Network poi, è possibile rivolgersi alle persone conosciute durante le vacanze estive, nonché ai colleghi di lavoro e agli amici degli amici.

network in maniera intelligente 80 20

Fare Network Marketing in maniera intelligente

Una volta costruito il primo livello della propria rete, il gioco è tutt’altro che concluso. Per ottenere il massimo dei profitti e migliorare il proprio status nell’azienda, è fondamentale tenere gli occhi aperti e individuare i membri potenzialmente competenti nel Network Marketing.

Nella propria rete, dunque, è importante individuare i soggetti che hanno un maggiore potenziale e avviarli nella costruzione della loro struttura. Questa parte è la più interessante: in primis perché vi avvia nella carriera di veri e propri leader. E non meno importante perché consiste nell’aggiunta di un nuovo livello nella propria struttura, il che si traduce in profitti sempre maggiori!

Conclusioni

Guadagnare in questo settore è possibile e altamente probabile: sono molte le storie di notevoli successi nel Network Marketing che è possibile leggere sul web o ascoltare alle riunioni e ai convegni. Come già detto, il profitto non è solo economico, ma anche personale. Con il Network Marketing si apprendono nuovi concetti, si acquisisce sicurezza in sé, si conoscono nuove persone, si migliora la propria dialettica e non meno importante: si eleva il proprio status sociale.

Questo tipo di lavoro, che offre anche una flessibilità impareggiabile, è anche molto stimolante: con determinazione e passione, ogni storia può diventare un successo.

Il Mercato (NON) tutelato dell’Energia

Nuovi rincari per Luce e Gas dal mese di Ottobre

Nonostante il nuovo rinvio degli aumenti per gli oneri generali imposto dall’ARERA, la spesa per la “famiglia tipo” sta per subire una violenta impennata:

+ 7,6% per l’energia elettrica

+ 6,1% per il gas

Sempre per l’Autorità la spesa annua nel 2018 per l’energia elettrica si attesterà a 552 euro, che tradotto in cifre significa un ulteriore aggravio di oltre 32 euro. Per il gas l’esborso medio sarà invece di 1.096 euro, con un rincaro ancora maggiore: +61 euro, rispetto al 2017. Di certo un panorama non roseo per le famiglie italiane.

Perchè aumentano i prezzi dell’energia?

L’ARERA parla di “tensione dei mercati energetici in Europa”, che in realtà significa che i prezzi della materia prima sono in costante crescita da mesi (circa il 12%); che il fenomeno dell’aumento dei prezzi del gas trasportato via mare sui mercati asiatici che limita in prospettiva l’offerta di gas naturale disponibile per l’Europa non si è arrestato; che sono sempre più rilevanti i permessi di emissione dell’anidride carbonica (+29% solo nell’ultimo trimestre); che lo stop delle centrali nucleari d’oltralpe (dovuto alla manutenzione straordinaria) sta pesando oltre ogni previsione.

Dopo il blocco degli oneri generali di sistema di giugno, l’Autorità ha nuovamente rinviato i rincari, proprio a causa dei prezzi fuori controllo della materia prima di cui sopra. Questa manovra di contenimento farà risparmiare oltre 1 miliardo a tutti gli utenti italiani, ma per quanto tempo si potranno procrastinare questi scatti? In che modo l’ARERA rientrerà del minor introito?

Alla luce di questi rincari e di questa incertezza sarebbe opportuno pianificare alcune semplici mosse per risparmiare.

Il Mercato Libero sta per farti risparmiare un sacco di soldi, ma solo se ti sbrighi

I Rincari del Mercato a Maggior Tutela incentivano i Clienti a passare al Mercato Libero

La chiusura del Mercato di Maggior Tutela è stata rimandata di un altro anno.

Inizialmente prevista per il 1 luglio 2018, era stata rimandata qualche mese fa al 1 luglio 2019 e ora slitta di altri 12 mesi: 1 luglio 2020.

Questo anche perché ancora 20 milioni di soggetti tra privati e Piccole e Medie Imprese non sono ancora passati al Mercato Libero.

Disinformazione, pigrizia o semplice difficoltà a cambiare stanno continuando a rallentare il progresso.

Perché passare al Mercato Libero il prima possibile?

Come già detto in questo articolo chi non fosse passato in tempo al Mercato Libero si ipotizza sarebbe stato inserito nel Servizio di Salvaguardia, decisamente più caro.

I prezzi vertiginosi di questa soluzione collaterale, dovuti principalmente a burocrazia e tassazioni varie, forse avrebbe incentiveranno il passaggio al Mercato Libero.

Ma se un terzo degli Italiani continua ad aspettare l’ultimo momento per cambiare, probabilmente non è un grande incentivo.

Forse lo saranno i significativi rincari nel Mercato di Maggior Tutela dovuti a 5 motivazioni.

+ 6,5% per il gas

+ 8,2% per l’energia elettrica

Il Mercato Libero è quindi definitivamente più conveniente – ora più che mai.

Sperando che chi non ha i mezzi per tenersi informato, come spesso capita alle persone più anziane, venga a conoscenza di questa opportunità e trovi il modo di cambiare senza troppe difficoltà.

La scelta del fornitore di energia

Certo cambiare non è facile per tutti.

Più l’età avanza più la reticenza cresce, e cercare il miglior fornitore tra le centinaia presenti in Italia non è semplice.

Ogni azienda di energia propone una piccola variazione sul prezzo che a fine anno potrebbe farti risparmiare qualche euro, o qualche decina nel migliore dei casi. Ma la ricerca è lunga.

Insieme abbiamo però la straordinaria possibilità di fare squadra, di unire le forze e risparmiare per il nostro futuro.

E in questa missione ci inseriamo dalla testa ai piedi.

ScelgoZero infatti non ha veri concorrenti

In quanto primo e unico progetto in Italia che ti permette di azzerare le bollette per sempre non c’è bisogno di fare paragoni (guarda qualche bolletta azzerata)

Ma oltre al nostro impegno dobbiamo ringraziare l’innovazione. Questa è la chiave che ci ha permesso di cambiare completamente paradigma, di aiutare gli italiani e di portare avanti la promessa del risparmio semplice.

Promessa sempre più attraente in questo confuso mercato pronto a complicarsi ancora di più.

Come Scegliere il Miglior Fornitore di Energia Elettrica e Gas

Su cosa basarsi per Scegliere il proprio Fornitore Energetico?

Il mercato di luce e gas è affollato, molto affollato, e ci sono centinaia di imprese sconosciute ai più che contribuiscono ad alzare il numero di concorrenti.

Come si fa quindi a scegliere il miglior fornitore di energia elettrica e gas? Semplice, basandosi su 4 fattori fondamentali:

  1. tipologia di energia venduta
  2. trasparenza nelle tariffe
  3. servizio clienti
  4. prezzo

Se il prezzo è quasi uguale per tutti, alcuni fornitori sono capaci di distinguersi per ciascuno degli altri 3 punti.

Tipologia di Energia

Solo alcuni, ad esempio, presentano un mix energetico ricco di rinnovabili. Altri prediligono il petrolio e il nucleare come uniche fonti da cui rifornirsi.

Altri ancora propongono forniture 100% rinnovabili, ma non sempre si tratta di verità.

Alcune aziende stanno ampliando la loro offerta, e i loro clienti potranno alimentare parte della propria abitazione attraverso eolico, solare e idroelettrico, senza scomodare eccessivamente il petrolio.

Trasparenza in Bolletta

Le clausole nascoste potrebbero essere letali per il portafoglio. Oppure le offerte a scadenza che vanno ad alzare il prezzo in bolletta dall’inizio del secondo anno.

trasparenza in bolletta

Per questo la trasparenza è uno dei fattori più apprezzati dai consumatori:

Servizio Clienti

Per chi ha avuto il dispiacere, l’esperienza di un pessimo servizio clienti è senza dubbio frustrante e ansiogena.

  • Alcuni hanno code talmente lunghe da far aspettare i propri clienti per decine di minuti al telefono, e spesso senza comunicare i tempi di attesa.
  • Altri si appoggiano a svariati call center stranieri rendendo difficile l’interazione con i clienti.
  • A volte il personale è scortese e impreparato, non mette a proprio agio il cliente, e non lo accompagna verso la risoluzione del problema
  • Spesso invece cade la linea proprio quando finalmente ci rispondono

Ci sono però aziende capaci di farsi apprezzare, proprio grazie ad un servizio clienti rapido, competente, cordiale e accomodante. Più unico che raro, ma non impossibile

Esiste infine un ultimo punto, forse il più importante:

Differenze

Ogni gestore è diverso dall’altro, e ognuno gioca sulle differenze che lo contraddistinguono.

C’è chi punta sul servizio clienti, chi invece lo trascura. Chi decide di adottare una tariffa trasparente per ottenere fiducia, chi invece preferisce fatturare dalle clausole scritte in piccolo. Alcuni puntano sul prezzo, ma sappiamo che i margini sono troppo piccoli per permettere dei veri risparmi.

Ma se esistesse un gestore che usa energia rinnovabile, ha una bolletta trasparente in ogni sua voce, un servizio clienti cordiale ed efficiente, e che ti offre la possibilità di dimezzare o anche azzerare le bollette per sempre?

 

 

 

ScelgoZero: l’app del risparmio

Grazie a uBroker è nato due anni fa il programma per azzerare le bollette e rendere il pianeta più ecologico.

La scelta del giusto gestore per luce e gas è una situazione che mette tutti in crisi, specialmente a causa del mercato energetico, diventato una vera guerra dei prezzi.

Nuove offerte escono ogni giorno e tra servizi e promozioni in continuo cambiamento il cliente è sempre più indeciso. Anche per questo cambia spesso operatore con i vantaggi e svantaggi che ne conseguono.

Nel 2015 però è nata una novità da questo affollato mondo. Una novità che farà dire al cliente:

“finalmente ho trovato la soluzione che stavo cercando”

La soluzione che abbraccia il consumatore con i suoi tanti vantaggi:

Questo è ScelgoZero: la scelta da cui non vorrai più tornare indietro.

La forza dell’azzeramento

Tra i tanti punti sicuramente quello che spicca di più agli occhi di tutti è l’ultimo, azzerare la propria bolletta delle utenze.

Appare forse come una follia o come un gioco di prestigio coi numeri. In realtà è tutto vero e questo porta un cambiamento che tutti noi – increduli – aspettavamo.

Con questo progetto lanciato da uBroker stiamo conquistando il mercato italiano. Questo perché rendiamo la vita dei nostri clienti più leggera facendoli risparmiare fino ad azzerare le bollette.

E i numeri di azzeramento sono tanti, in continua ascesa e pare che siano destinate a non fermarsi.

L’importanza dell’ambiente

Esiste ancora un ultimo punto di cui uBroker, e quindi ZERO, può fortemente vantarsi di avere dalla sua parte, ossia il proprio mix energetico.

uBroker è un gestore realmente attento all’ambiente, è consapevole che appoggiarsi in larga misura a combustibili fossili è dannoso per l’ambiente e quindi anche per i tanti clienti.

Ecco perchè ha deciso di sfruttare un’alta percentuale di energie rinnovabili da impiegare nei proprio servizi energetici, riuscendo così ad alleggerire nel proprio piccolo il peso dell’inquinamento .

Questa è tutta la forza di uBroker; tutta la forza di ScelgoZero.

Quanto si può risparmiare sulle bollette?

Da pochi anni i livelli di risparmio sono arrivati al 100%

Grazie alle novità tecnologiche oggi risparmiare sulle bollette è facile e conveniente, ma ci sono due modi per farlo:

  • investendo in tecnologia che diminuisca i consumi
  • investendo in bollette che costino sempre meno

Entrambi sono investimenti intelligenti, ed entrambi fanno risparmiare centinaia di euro sulle bollette, ma ci sono differenze importanti nelle due strategie.

Investire in tecnologia

Nel primo esempio il primo passo è quello di restare aggiornati sulle nuove tecnologie proposte sul mercato. Questo perchè ogni nuovo prodotto potrà far consumare meno rispetto al precedente; sappiamo che oggi il progresso corre veloce!

In questo modo si può decidere se e quali oggetti sostituire, in base a tempi, prezzi e risparmio complessivo.

Sono tanti gli esempi di tecnologie vicine al risparmio e anche all’ambiente, grazie al loro basso impatto energetico. Alcuni esempi utili sono:

Il web è fonte di grande ispirazione per risparmio di ogni tipo, come il rubinetto che fa consumare il 10% d’acqua in meno, o il manicotto della doccia che vaporizza l’acqua per risparmiarne il 70%.

In questo modo si possono ridurre notevolmente i consumi, e con un po’ di accortezza si eviteranno tutti gli sprechi, che in un anno ammontano solitamente al 20-30% del totale delle bollette.

come risparmiare in bolletta, risparmio bolletta

Investire in energia pulita e rinnovabile è sicuramente una buona strada da seguire per poter ridurre la spesa nella bolletta.

Tuttavia è bene non limitarsi a seguire solo questa strada, per due motivi:

  1. richiede un investimento economico
  2. prima di avere risparmi effettivi ci sarà bisogno di tempo

Ecco quindi che viene in soccorso il secondo punto importante del viaggio verso il risparmio in bolletta.

Investire in bollette

“Cosa significa investire in bollette?” Questa è la domanda tipica di chi sente questa frase.

Fino ad oggi le vostre bollette sono state solo una spesa in cambio di un servizio, dll’elettricità per ogni oggetto elettronico al gas per riscaldarsi e cucinare.

Ma se ci fosse una bolletta capace di far guadagnare dei punti ai suoi clienti, e questi punti si potessero poi convertire in sconti sulla bolletta, fino al suo azzeramento?

A questo punto il problema della bolletta sarebbe solo più un lontano ricordo.

Può sembrare un discorso per assurdo, scritto per far sognare i lettori speranzosi di non pagare più la bolletta. E invece è esattamente il contrario.

Questo appena descritto esiste, proprio qui in Italia e accessibile a tutti.

Questo è il progetto ScelgoZero.

Una community di persone intenzionate a risparmiare il più possibile sulle utenze di casa propria, tutte partecipanti del primo social utility network al mondo. Un’impresa che, senza investimenti economici di alcun tipo, dà la possibilità di risparmiare sempre di più sulle bollette.

E settimana dopo settimana, mese dopo mese, l’esito è l’azzeramento della bolletta, qualunque sia il costo, canone Rai compreso.

Come funziona? Scopri ScelgoZero – Luce e Gas

 

Bollette: puoi azzerarle tutte

Le bollette azzerate sono sempre più numerose

C’è chi va in giro a catturare Pokèmon spendendo un sacco di tempo, e chi vince sconti risparmiando un sacco di soldi.

I prezzi dell’energia salgono, ma in ZERO le bollette continuano a scendere. In molti ci chiedono come sia possibile, e puntualmente ribadiamo i concetti fondamentali del successo di ScelgoZero. Ma oggi ancor più di ieri il motivo fondamentale è uno solo: il mercato.

Il mercato è stufo di spendere il doppio e alcune volte anche il triplo dell’effettivo costo dell’energia. Più della metà della bolletta è composta di tasse, oneri e costi aggiuntivi, ora ben visibili nella bolletta 2.0.

Ma se è inevitabile che le grandi imprese energetiche lucrino sulla richiesta energetica, è al contrario possibile smettere di subirne il peso.

A nessuno piace pagare certe cifre, soprattutto se poco giustificabili, questo è il semplice segreto del successo esponenziale di ZERO.

Quindi lasciamo che siano i fatti a parlare, che siano i risultati raggiunti dalla nostra community in espansione, che siano questi semplici fogli di carta a fare tutta la differenza del mondo.

Queste sono alcune delle bollette azzerate di luglio che ci hanno mandato: guarda l’album di Facebook

Un progetto appena sbocciato

ScelgoZero sta avendo già successo nel panorama energetico italiano. La sua forza di azzeramento si sta facendo largo tra le bollette degli italiani, ancora increduli di non avere più questo incombente peso da considerare ogni mese.

Il progetto ha percorso molta strada lungo la penisola, grazie al grande lavoro di tutti i collaboratori e clienti soddisfatti. Eppure si può dire di essere ancora agli albori, perchè ZERO ha ancora tantissimo da offrire a tutti gli interessati.

scelgozero azzera le bollette, come non paare il canone rai

Parlare è importante e in questo caso più che mai, perchè con ScelgoZero è il passaparola a fare tutta la differenza. Perchè quando un cliente è soddisfatto, la voce fa in fretta a spargersi.

E i risultati sono sempre più soddisfacenti.

 

 

 

Frigo magnetico: come dimezza i consumi?

MRS: Magnetic Refrigeration System

E’ la Cooltech Application a lanciare sul mercato il suo innovativo frigorifero magnetico che sfrutta una tecnologia fino ad oggi usata solo in ambito industriale per produrre un prodotto di consumo davvero all’avanguardia.

Il principio fisico su cui è basato non è affatto moderno, è infatti una scoperta del 1800, ma solo oggi si è raggiunto uno sviluppo della tecnologia tale da renderlo equiparabile con i più semplici sistemi di refrigeramento a gas o liquido.

Dal 1800 a oggi sono però stati sviluppati frigoriferi industriali con questa tecnologia, adatta solo a grandi impianti per le dimensioni ancora molto elevate a cui era costretta.

Oggi però la Cooltech Application è riuscita a rendere l’MRS abbastanza piccolo da usarlo in applicazioni commerciali.

Il vecchio frigo

Per chi non lo sapesse i frigoriferi fino ad oggi usavano un procedimento fisico molto semplice: maggiore la pressione, maggiore il calore.

frigo magnetico

Ogni frigorifero ha una serpentina con del freon, materiale tossico ma racchiuso nel percorso, che tramite diversi passaggi raffredda l’interno del frigo:

  • prima il gas viene decompresso diventando freddo
  • poi passa internamente, assorbendo lentamente il calore in eccesso
  • questo poi viene nuovamente compresso, aumentando la temperatura
  • passa quindi in una serpentina all’esterno, tipicamente dietro al frigo, dove il gas caldo sprigiona esternamente il calore assorbito all’interno,

Una volta al fondo della serpentina ripercorre il ciclo. Basta quindi un compressore.

Il nuovo frigo magnetico

In questo caso il liquido è semplice acqua, che viene pompata però attraverso materiali magnetico-calorici che cambiano temperatura se inseriti all’interno di un campo magnetico.

Non cambia quindi la serpentina, ma il metodo di raffreddamento del liquido al suo interno.

Questo procedimento tradizionale-innovativo ha diversi pro:

  • consuma fino al 50% in meno
  • necessita di meno manutenzione
  • è più ecologica
  • non usa materiali tossici

Per chi volesse quindi comprare una nuova abitazione, consigliamo il frigo magnetico, i fornelli a induzione e altre tecnologie per il risparmio energetico.