Network Marketing vs Sistemi Piramidali e Schema Ponzi

network marketing schemi piramidali

Come riconoscere un progetto serio da uno Schema Piramidale truffa

Il termine Network Marketing è spesso soggetto di occhiatacce e sussurri scettici, laddove in Italia viene spesso erroneamente paragonato ai Sistemi Piramidali. Quest’ultimo infatti è un sistema nato in America proprio ad opera di un immigrato italiano, Charles Ponzi, e presto divenuto illegale. Ponzi fu il primo a ideare lo schema che porta il suo nome, realizzando una truffa capace di generare da 2 dollari la cifra di 15 milioni, con la conseguente fuga dell’astuto “economista” italiano. In pratica ad ogni nuova vittima venivano promessi elevati guadagni a patto che reclutassero nuovi “investitori”, a loro volta vittime della truffa.

Charles Ponzi

Una realtà che ha condizionato negativamente la fama del ben più affidabile e flessibile sistema di vendita Network Marketing, dove la meritocrazia non è solo una promessa, ma un dato di fatto che si riflette sui guadagni generati. I due sistemi, pur operando su metodologie simili, si differenziano infatti su diversi aspetti chiave.

Per chi si trova per la prima volta a valutare una possibile collaborazione con un’azienda di Network Marketing è importante essere in grado di riconoscere un’azienda seria, affidabile e con progetti a lungo termine, piuttosto che un’organizzazione truffaldina pronta a lasciarti con la patata bollente in mano e senza nemmeno i guanti!

Scopri le frequenti forme di truffa online

Una storia alle spalle

Un’azienda seria avrà una storia di qualche anno, delle certificazioni, sarà registrata alla Camera di Commercio, avrà dei bilanci depositati, un servizio di assistenza e tutti i canoni della azienda tradizionale ma che ha deciso di diffondere i suoi servizi e prodotti attraverso il Network Marketing.

Il Sistema Piramidale invece si muove nelle pieghe oscure dell’incognito, della inconsistenza camuffata da segretezza. Si serve probabilmente di fantomatiche tecnologie “proprietarie” o di brevetti in corso di approvazione in qualche remoto paradiso fiscale. Nei Sistemi Piramidali tutto è poco chiaro ma una cosa spicca su tutte: il guadagno esagerato senza fare nulla e al di fuori di ogni possibile immaginazione. Questo è il campanello d’allarme che deve tenere lontano qualunque avventuriero.

Le posizioni al vertice

Un’azienda di Network Marketing non nasce per un capriccio, ma da un’idea imprenditoriale e da una visione chiara. Spesso è frutto di un duro lavoro di preparazione durato anni ed ha alla base un’idea unica e originale. Inoltre, conoscere la storia dei suoi Fondatori e la loro reputazione è essenziale per fare le opportune valutazioni. Ed ancora, gli ideatori sono persone ben identificabili? Si servono di uno staff visibile, competente e riconoscibile oppure lavorano da soli? Le aziende serie di Network Marketing in genere sono molto simili alle aziende tradizionali di successo fatto salvo per il sistema di commercializzazione.

vertice network marketing

Nei Sistemi Piramidali invece non otterrete nessuna risposta chiara a riguardo se non qualche parziale informazione che dovrà essere completata con molta fantasia e condita con abbondante fiducia. La storia insegna che queste sono le premesse alla fuga dei truffatori. Prima o poi rocambolescamente arriverà lasciando i truffati con un pugno di mosche in mano.

Un prodotto valido

Essenziale per la valutazione di un progetto è l’esistenza di un prodotto o un servizio di valore. Se esiste ed è vero, di qualità, riconosciuto e certificato, allora è probabile che ci si possa fidare. Ma il prodotto deve esistere, non deve solamente essere “raccontato”.  Nei Sistemi Piramidali non è il prodotto a dare valore al progetto bensì l’ingresso a pagamento di nuove risorse che acquistano. Si tratta spesso di cedole, coupon, diritti o altri certificati che in generale non hanno alcun valore oggettivo. Lo schema piramidale tipico pertanto prevede che tutto il sistema si basi sull’ingresso di nuovi “truffati” e che parte di quanto pagato dagli stessi remuneri i “vecchi truffati”. In questo modo si da una parvenza di credibilità fintanto che la bomba non esplode e qualcuno rimane con il cerino in mano.

Diverso è se, ad esempio, si tratta di un prodotto riconosciuto e valido come può essere un prodotto di bellezza o un integratore brevettato, un elettrodomestico o un servizio per il risparmio sulle bollette di luce e gas come il servizio di risparmio ScelgoZero di uBroker. In questo caso possiamo fidarci ed iniziare la collaborazione con una grande azienda ma, attenzione, i risultati dipenderanno da quanto impegno metteremo nel progetto e nulla accadrà automaticamente.

Un sostegno deciso

Approcciarsi ad un nuovo lavoro, inevitabilmente, porta a ricominciare un percorso dalla formazione di base. Un network marketing che veda nei propri collaboratori una vera risorsa investirà molto in questo aspetto, sia che si tratti di video lezioni o corsi pratici. Tutto ciò che può servire a sviluppare il knowhow necessario a operare nella maniera più efficace sul campo dovrebbe essere facilmente accessibile. I mezzi messi a disposizione sono quindi un biglietto da visita fondamentale.

Sapere come si guadagna

Le brochure informative a disposizione online o nelle salette di attesa tendono a grattare la superficie dell’aspetto più importante di tutti: il guadagno. Che si tratti di un acquisto all’ingrosso dall’azienda, per poi applicare un margine di profitto o di una percentuale di provvigione sulle vendite, è necessario informarsi approfonditamente sulle modalità di guadagno. Un’azienda che glissi su tale argomento, limitandosi a dire come si può arrivare a possedere una Ferrari, deve destare più di un sospetto. Un’azienda di Network Marketing seria sarà invece esaustiva, pronta a presentare un piano di guadagno chiaro e messo in nero su bianco.

uBroker: Porte Aperte

Ci fa sempre un enorme piacere ricevervi!

Il motivo è davvero molto semplice: Siamo orgogliosi di mostrarvi il luogo dove ogni giorno, con dedizione e serenità lavoriamo per realizzare qualcosa di impegnativo ma finalmente POSSIBILE…

Azzerare le bollette

uBroker è sempre aperta ai nostri clienti e ai nostri collaboratori, come Massimiliano Guidi, che ieri ci ha fatto visita insieme alla sua struttura. uBroker porte aperte a Massimiliano Guidi Avervi qui ricorda a tutti, noi e voi, che l’unione fa la forza, che insieme è meglio che da soli, e che questo sogno ormai realizzato non esisterebbe
  • senza la creatività del nostro Presidente
  • senza la costante dedizione di tutti i dipendenti
  • senza l’azione mirata e diffusa dei nostri collaboratori
  • senza la formazione costante che ci fa crescere
  • senza la tecnologia che sviluppiamo
  • senza i partner a cui ci affidiamo
Ci piace chiamarlo il Palace perchè per tutti noi è la nostra seconda casa. Fate come Massimiliano. Venite a trovarci, vi aspettiamo!  

Flavio Boltro & Filarmonica Jazz Band il 23 Settembre a Pianezza

Tributo a Thad Jones con il grande Flavio Boltro insieme ad un’Orchestra Jazz d’eccezione, grazie alle sponsorizzazioni di uBroker e ScelgoZero

Ancora una volta il territorio di Pianezza, casa del Presidente di ZERO Cristiano Bilucaglia, ospiterà eventi di cultura musicale e intrattenimento anche grazie alle sponsorizzazioni di uBroker, l’innovativo gestore di energia inventore del progetto ZERO che permette di azzerare le bollette.

In questa singola serata musicale del 23 settembre 2018, in occasione del 185° anniversario della Società Filarmonica di Pianezza, il Sagrato di San Pancrazio ospiterà musica Jazz di qualità a dir poco eccelsa.

Flavio Boltro

Trombettista internazionale originario di Torino vanta una carriera che ha inizio nel lontano 82, dove ha performato per la RAI, l’Orchestra Sinfonica di Torino e grandi nomi dell’epoca come Steve Grossman, Cedar Walton e Billy Higgins.

Nominato “Miglior Musicista” nel 1986 dalla rivista settoriale “Musica Jazz” ha poi suonato con le leggende: Freddie Hubbard, Clifford Jordan, Jimmy Cobb, Bob Berg, Dave Liebman, Don Cherry, Joe Lovano e Laurend de Wilde.

flavio boltro 23 ottobre filarmonica jazz band

Terminato il suo primo periodo italiano si sposta in Francia, dove il genere stava esplodendo, ed entra a far parte dell’Orchestra Nazionale di Jazz, per poi girare il mondo insieme al sestetto di Michel Petrucciani di cui nel 1996 entra a far parte, per poi spostarsi nel quintetto di Eric Legnini, in quello di Michel Portal.

Sfornati diversi CD arriva il momento per Boltro di rilasciarne due come leader della banda: “Road Runner” e “40 degrès” ed inifine suonare nel miglior album del 2003 “Air”, così nominato dall’Accademia Francese del Jazz.

Tornato in Italia Flavio Boltro entra nel quintetto di Rosario Giuliani e dal 2007 ha suonato in contemporanea anche a fianco di Gino Paoli, all’epoca al centro della cultura Jazz Italiana, per poi creare nel 2008 un suo quartetto insieme ad un piano, un basso e una batteria rilasciando un CD nel 2010 in collaborazione col giornale “L’Espresso”.

Dal 2011 ha iniziato a suonare diverse arie dall’Opera Italiana per poi rilasciare nel 2012 il suo ultumo Album con un nuovo quintetto, la cui musica trae ispirazione dai magici anni 60′.

Il 23 settembre 2018, tra un concerto e l’altro in giro per l’Italia, Flavio Boltro si esibirà nel maestoso Santuario di San Pancrazio di Pianezza, insieme ad un’orchestra di squisita maestria: la Filarmonica Jazz Band.

Filarmonica Jazz Band

Fondata nel maggio del 2000 a Pianezza è oggi composta da un folto gruppo di 20 musicisti amanti del Jazz ed è diretta dal Maestro Sergio Chiricosta.

filarmonica jazz band 23 ottobre 2018 flavio boltro

Il modo coinvolgente di porsi ha subito avuto riscontro positivo dal pubblico che ne ha esaltate le qualità di intrattenimento oltre a quelle musicali. Arrangiamenti, repertorio e scelte stilistiche sono considerati i punti forti dalla critica. Al pubblico invece, oltre all’energia risonante della band, piace moltissimo l’intento finale dell’associazione.

Infatti parte dei ricavi viene sempre rivolta ad iniziative benefiche per la realizzazione di progetti didattici e culturali sul territorio, aspetto con cui uBroker e ScelgoZero si trovano decisamente in pieno accordo.

Grazie alla sua provata esperienza la FJB, così abbreviata, tiene varie tipologie di corsi:

  • individuali di strumento (canto, tromba, trombone, sassofono, chitarra, pianoforte, contrabbasso, batteria).
  • individuali di “tecnica di improvvisazione jazz” per tutti gli strumenti.
  • Laboratori di formazione orchestrale (Big Band).
  • Laboratori di formazione musicale (prime esperienze di musica d’insieme, analisi e storia).
  • Musica d’insieme (perfezionamento).
  • Tirocini relativi all’insegnamento.
  • Preparazione spettacolo, esibizioni in pubblico e avvio alla professione.
  • Laboratorio di formazione corale (Jazz Choir)

Molti di questi vengono anche portati a studenti di ogni età con lezioni in scuole elementari, medie o superiori.

Di rilevante importanza sono anche le collaborazioni con artisti di fama nazionale e internazionale tra cui, come è ormai chiaro, il famoso trombettista Flavio Boltro.

Perchè uBroker investe in Cultura?

Dopo lo ZERO Festival Beer, e ora con questo Evento Jazz in Tributo di Thad Jones l’azienda ha dimostrato che in parte lo scopo è fare qualcosa per i propri fedeli dipendenti.

Infatti per entrambi gli eventi sono stati riservati dei posti per lo staff dell’azienda, che ha così potuto godere non solo dell’ottima musica ma anche di una serata con parenti e amici offerta dall’azienda.

Certamente lo scopo è anche quello di rendersi presenti e riconoscibili sul territorio, tanto che grazie a questi eventi si ha la possibilità di diffondere il marchio così come l’incredibile opportunità di azzerare le bollette, ma il vero scopo è un altro.

L’azienda tiene al proprio territorio. Può sembrare troppo semplice per essere vero, ma è così. Occasioni di socialità e cultura sono il miglior modo per uBroker e il progetto ZERO di, per così dire, prendere tre piccioni con una fava e deliziare così i propri dipendenti, clienti e vicini di casa. Per quanto semplice possa sembrare

 

Rincari in Bolletta 2018: Salati, ma Puoi Combatterli

Luce e gas, tanti rincari in bolletta: 59 euro in più all’anno per tutte le famiglie italiane.

A malincuore di tutti i consumatori che non fanno parte del mondo Zero, il 2018 portà con sé onerosi rincari luce e gas. L’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico (ARERA) ha comunicato che dal 1° gennaio 2018 ci saranno dei rincari in bolletta del:

  • 5% sulla bolletta del gas
  • 5,3% su quella della luce

Questi dati sono previsti dall’aggiornamento delle condizioni economiche per famiglie e piccoli consumatori entro i servizi di tutela.

Sempre l’ARERA ha inoltre fatto una stima sulla traduzione in euro di queste percentuali.

Il periodo preso in analisi va dal 1° aprile 2017 fino al 31 marzo 2018, consuderando un modello di famiglia-tipo italiana.

È stata quindi calcolata una spesa di 535 euro riguardo l’elettricità, ossia un incremento del 7,5% rispetto all’anno precedente, con un rincaro di 37 euro totali.

Riguardo il gas è stato invece stimata una bolletta di circa 1044 euro e quindi un +2,1% sulla spesa 2016-2017, con 22 euro di rincaro annui.

bollette in aumento, prezzi salati bollette

Tutti i Perchè di questi rincari in bolletta

Nonostante la recente vittoria sull’abolizione delle bollette da 28 giorni, ora i consumatori devono scontrarsi con questo problema.

I motivi per cui è avvenuto questo pesante rincaro sono molti, tra cui:

  1. la ripresa dei consumi energetici nel paese e il classico aumento della domanda di gas nel periodo invernali
  2. la pesante siccità del 2017 nel Bel paese che ha frenato l’idroelettrico e in concomitanza il blocco di diverse centrali nucleari francesi
  3. una riduzione dell’efficienza del 50% sul TENP, il gasdotto che collega i giacimenti olandesi con quelli italiani
  4. un rialzo degli oneri generali di sistema sull’energia elettrica, tutta sulle spalle dei consumatori

Si tratta perciò di una serie di motivazioni che sommate tra di loro hanno portato questo esito sulle bollette delle famiglie.

Le soluzioni sui rincari proposte da Scelgozero

Per provare a ridurre la corsa dei prezzi in bolletta si possono seguire consigli e informazioni utili per risparmiare sulla costante spesa mensile.

Primo tra tutti è quello di informarsi bene su tutti i punti “burocratici” che riguardano la bolletta. In questo modo si possono evitare sanzioni e inutili rincari sul costo finale.

Il secondo consiglio ha una importante parola chiave: risparmio. Il miglior modo di combattere la crescita dei prezzi da un versante e quello di ridurli dall’altro. Perciò sarà bene informarsi su come poter rispamiare in casa propria, a partire dai punti più salati in bolletta:

Conviene inoltre informarsi se si ha diritto all’esenzione del canone Rai, riuscendo così a salvaguardare 90 euro nel proprio portafoglio

Autolettura del Contatore? Ecco Tutto Quello che Serve Sapere

L’autolettura del contatore uBroker conviene a tutti. È la giusta via per evitare errori in bolletta e favorire il risparmio

L’autolettura del contatore uBroker è importante sia per il consumatore che per il fornitore di utenze perchè:

autolettura contatore ubroker, ubroker

L’autolettura del contatore uBroker e non solo è importante da saper effettuare. Grazie poche azioni , si possono evitare errori e favorire il risparmio

  • il cliente pagherà la cifra corretta di energia consumata
  • il gestore non dovrà calcolare una media di consumo, evitando così lavoro e possibili errori

Si tratta di un processo veloce e semplice che permette di effettuare personalmente l’autolettura del contatore e infine mandarla alla società energetica.


A questo link potrai trovare tutte le informazioni per l’autolettura del gas uBroker. Per qualsiasi dubbio non esitate a contattarci o a scriverci nei commenti!

App uBroker: Ecco i suoi 3 Metodi di Accesso

Sei Classico, Affezionato o Periodico? L’App uBroker dà la Soluzione a Ognuno

uBroker è il gestore conveniente, unico e fresco per le tue utenze e con l’App uBroker sei ricco di possibilità. Le funzioni per tutti i suoi utenti danno modo di poter essere sempre aggiornati sulle proprie utenze.

Ecco il link per poter entrare nell’app uBroker.

app ubroker, ubroker

La nostra App uBroker è fiera di dare spazio alla scelta del cliente. I 3 metodi di accesso possono così soddisfare le esigenze di tutti i clienti

Da questa piattaforma si potrà avere accesso a:

Tuttavia, per poter controllare e gestire queste informazioni, è indispensabile accedere alla Web App uBroker. E non esiste una sola via di accesso, ma ben 3.

1. Il classico: registrati

La prima soluzione è senz’altro la più comune, ossia la registrazione mediante l’indirizzo e-mail e una password da inventare.

Per una password sicura ed efficace, la lettura di questo articolo potrà tornare molto utile.

app ubroker, ubroker

Perciò, attraverso questi dati, il cliente potrà completare la propria registrazione sull’app uBroker e avere così accesso a tutti i punti sopra elencati.

PRO: Scegliendo questo metodo di iscrizione, la lista di informazioni visibili si arricchisce di un ulteriore punto:

  • poter visualizzare il metodo di pagamento scelto

Inoltre potrete accedere sempre con le stesse credenziali, ed eventualmente farle ricordare a Google così da non doverle più inserire.

2. L’affezionato: account Zero

Possedete già un account sulla nostra app Zero? Se la risposta è sì, allora non sarà necessario iscriversi nuovamente.

Infatti, essendo dei Collaboratori o dei Testimonial di ScelgoZero, si potranno usare i dati dell’account Zero già esistente per accedere all’app uBroker.

Basterà cliccare sul pulsante dedicato a questo passaggio.

app ubroker, ubroker

Anche attraverso questo metodo di accesso, sarà possibile controllare il metodo di pagamento per le proprie bollette.

3. Periodico: codice di accesso

L’app uBroker è pensata anche per chi non volesse avere un account nella piattaforma.

In ogni bolletta rilasciata è presente un codice posto nell’angolo destro del foglio.

app ubroker come entrare

Questo codice permette al cliente di entrare nell’area personale della piattaforma senza che sia richiesta una registrazione.

Sarà perciò sufficiente passare alla sezione CODICE DI ACCESSO, inserire il codice di 8 caratteri e cliccare sul pulsante verde ACCEDI.

Scegliendo questa strada però, non sarà possibile mantenere sempre lo stesso codice. Ogni mese infatti bisognerà utilizzare quello presente sull’ultima o penultima bolletta.

E tu come accedi?

Libero Mercato, uBroker Svela Tutto Quello che Non Ti Hanno Detto

Nel 2019 Tutti Passeranno al Libero Mercato. Cosa fare?

Il 2019 sarà l’anno in cui il mondo energetico delle utenze cambierà volto. Dal 1° luglio di quell’anno cesserà di esistere il Mercato Tutelato e si passerà al 100% al Mercato Libero.

  • Nel Mercato Tutelato i prezzi dell’energia vengono stabiliti dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA).
  • Nel Mercato Libero invece sono determinati dalla domanda e dall’offerta, il che pone al consumatore l’obbligo di scegliere un nuovo fornitore, cercando di massimizzare il risparmio.

libero mercato ubroker, ubroker

Il Libero Mercato arriverà nelle case degli italiani dal 2019. è quindi importante informarsi a dovere. il libero mercato ubroker punta alla trasparenza.

L’ARERA però non sparirà del tutto dalla scena. Questa infatti, in collaborazione con l’Antitrust, avrà il compito di controllare la condotta commerciale delle aziende.

Libero Mercato, uBroker informa per tutelarsi

Insieme a questa notizia sono arrivate le prime ambigue chiamate dei più famosi fornitori di energia.

Come comunicato da Confconsumatori, la telefonata cominciava così:

“Entro la fine dell’anno finirà il mercato tutelato e, se non sottoscrive ora il contratto con noi, la sua utenza verrà automaticamente trasferita ad un altro gestore con delle condizioni economiche meno vantaggiose”

Oppure, un altro approccio diffuso è stato:

“Come saprà, a breve il mercato tutelato cesserà di esistere, dunque ci deve confermare la volontà di rimanere col proprio gestore e confermare i suoi dati”

ubroker libero mercato, ubroker

Attraverso questi discorsi, alcuni consumatori sono stati sorpresi dalle strategie dei grandi marchi.

Le alternative per i clienti

Il passaggio obbligatorio avverrà il 1° luglio 2019, quindi conviene aspettare quella data o cambiare il prima possibile?

Le possibilità studiate dall’Autorità sono diverse: Tutela Simile, contratti Placet, aspettare la scadenza del 2019 e subire passivamente la scelta dell’ARERA… tutte opzioni transitorie, che non assicurano un reale vantaggio per il consumatore.

Prima dell’avvento del libero mercato uBroker consiglia senza dubbio iniziare a guardarsi attorno e vagliare le novità più vantaggiose.

Ad esempio da pochi anni è possibile addirittura azzerare le bollette di luce e gas, grazie alla logica del Social Network. uBroker, con l’operazione ZERO, è stata pioniera in questo campo e, ad oggi, sono migliaia le famiglie che hanno ridotto la spesa per l’energia di oltre il 50% (fino all’azzeramento).

La cautela può essere utile ma non è sempre la mossa vincente. In un periodo di cambiamento come questo vince chi prende le decisioni prima degli altri!

Scopri di più…

 

ScelgoZero: l’app del risparmio

Grazie a uBroker è nato due anni fa il programma per azzerare le bollette e rendere il pianeta più ecologico.

La scelta del giusto gestore per luce e gas è una situazione che mette tutti in crisi, specialmente a causa del mercato energetico, diventato una vera guerra dei prezzi.

Nuove offerte escono ogni giorno e tra servizi e promozioni in continuo cambiamento il cliente è sempre più indeciso. Anche per questo cambia spesso operatore con i vantaggi e svantaggi che ne conseguono.

Nel 2015 però è nata una novità da questo affollato mondo. Una novità che farà dire al cliente:

“finalmente ho trovato la soluzione che stavo cercando”

La soluzione che abbraccia il consumatore con i suoi tanti vantaggi:

Questo è ScelgoZero: la scelta da cui non vorrai più tornare indietro.

La forza dell’azzeramento

Tra i tanti punti sicuramente quello che spicca di più agli occhi di tutti è l’ultimo, azzerare la propria bolletta delle utenze.

Appare forse come una follia o come un gioco di prestigio coi numeri. In realtà è tutto vero e questo porta un cambiamento che tutti noi – increduli – aspettavamo.

Con questo progetto lanciato da uBroker stiamo conquistando il mercato italiano. Questo perché rendiamo la vita dei nostri clienti più leggera facendoli risparmiare fino ad azzerare le bollette.

E i numeri di azzeramento sono tanti, in continua ascesa e pare che siano destinate a non fermarsi.

L’importanza dell’ambiente

Esiste ancora un ultimo punto di cui uBroker, e quindi ZERO, può fortemente vantarsi di avere dalla sua parte, ossia il proprio mix energetico.

uBroker è un gestore realmente attento all’ambiente, è consapevole che appoggiarsi in larga misura a combustibili fossili è dannoso per l’ambiente e quindi anche per i tanti clienti.

Ecco perchè ha deciso di sfruttare un’alta percentuale di energie rinnovabili da impiegare nei proprio servizi energetici, riuscendo così ad alleggerire nel proprio piccolo il peso dell’inquinamento .

Questa è tutta la forza di uBroker; tutta la forza di ScelgoZero.

ScelgoZero: Risultati Straordinari e Piani Incredibili

Per il mondo di ZERO condividere i successi è fondamentale

Gentile ed entusiasta popolo di ZERO,

è con grande orgoglio che desideriamo comunicarvi gli straordinari risultati commerciali che hanno caratterizzato il nostro ultimo anno di attività.

Questi hanno avuto un incredibile impatto sul bilancio 2016 e sul 2017.

Infatti il bilancio 2016 si è concluso con

  • un fatturato di 6.566.302 €
  • un utile ante imposte di 231.781 €

ovvero con una crescita rispettivamente del +477% e del +536% rispetto all’anno precedente.

Tutto ciò ha determinato, da parte del Consorzio di Garanzia a cui ci affidiamo, il nostro posizionamento nel LIVELLO A dai parametri previsti da Scoring MCC (Medio Credito Centrale) ovvero nella fascia alta di affidabilità creditizia.

Oltre a ciò desideriamo evidenziarvi che le proiezioni di fatturato del 2017, basandoci sui dati del primo trimestre, riportano un fatturato intorno ai 20.000.000 €.

Risultato che, se confermato, sarebbe straordinario. Anche considerando che si tratta pur sempre del terzo anno di attività operativa.

Ringraziandovi per la passione e la dedizione con cui avete contribuito alla realizzazione di questo risultato, l’occasione è gradita per inviarvi i nostri migliori auguri per un futuro ricco di successi.

Lettera ufficiale risultati economici

 

 

Dentro il Cuore dell’Azienda – KICKOFF 2017

Condividiamo i successi con tutto il mondo uBroker – ScelgoZero

Venerdì 3 marzo 2017 si è tenuto presso il PALACE, la sede operativa di uBroker, l’evento riservato a noi dipendenti e ai dirigenti della sede centrale.

Tutti presenti, carichi di entusiasmo e aspettative per ascoltare il Presidente, ing. Cristiano Bilucaglia supportato da Mauro Marinelli (COO) e Angelo Sidoti (CFO), che esponevano i risultati del 2016 e i progetti per il triennio 2017 -2020.

Per quanto è possibile descrivere attraverso queste poche righe, l’emozione ha guidato la presentazione.

Infatti i risultati straordinari ottenuti in soli due anni e le prospettive per un futuro ancora più roseo hanno contribuito a creare un clima di grande entusiasmo anche tra chi di noi si occupa degli aspetti operativi e che potrebbe trascurare il “grande disegno imprenditoriale”.

 

grafico crescita scelgozero

Anche dal punto di vista ambientale gli uffici hanno trovato giovamento, non solo per il nostro atteggiamento ma anche per i benefit che ci hanno messo a disposizione.

Infatti una profonda ristrutturazione in chiave architettonica delle zone ricreative, della zona del pranzo, dei bagni e delle postazioni di lavoro descrivono l’intenzione dell’azienda di rendere sempre più confortevole e intimo l’ambiente di lavoro.

Dal punto di vista dell’ampliamento dello staff operativo, già da mesi è stato avviato un continuo processo di selezione volto ad arricchire il team delle migliori collaborazioni negli ambiti più critici.

Che il Palace di Collegno è un ambiente ideale dove lavorare lo dimostrano i numeri realizzati dall’azienda, ma anche i servizi a disposizione di tutti. Infatti da oggi, per tutti, tanta frutta fresca e forniture di caffè ed affini gratis! Un regalo inaspettato!

Dopo l’ultimo applauso, quando pensavamo che la presentazione fosse finita, il Presidente ci ha stupiti con un ultima novità. La gamification è davvero di casa in ZERO e non è solo nei nostri prodotti.

Infatti da quest’anno viene inaugurata la premiazione del Dipendente dell’anno! In pochi minuti abbiamo tutti votato i tre più meritevoli dell’azienda che sono risultati poi essere in quattro.

Vi rimandiamo all’album del Kickoff sulla nostra pagina Facebook!