Skip to content
onda-parziale-inferiore-600-px-gradiente-.png

Economia base del Network Marketing

economia base del network marketing

Negli ultimi anni la formula economica del Network Marketing è cresciuta a dismisura anche in Italia, dove ha trovato un terreno fertile anche grazie ai social network. Quella di networker è una vera e propria professione, tanto che ci sono numerosi corsi universitari propedeutici al settore, che oggi genera un fatturato superiore a quello di cinema e musica messi insieme. In questo articolo chiariamo alcuni dubbi sull’economia base del Network Marketing.

Come funziona il network marketing

Non si può affrontare questo argomento senza prima ricordare come funziona. Il Network Marketing, o Multilevel Marketing (MLM), è un sistema di distribuzione dei prodotti basato sul passaparola: sono gli stessi clienti ad invitarne altri, creando un meccanismo a catena grazie al quale chi compra diventa a sua volta divulgatore con una progressione che può portare a guadagnare molto in poco tempo.

Il modello distributivo di questa formula prevede che il venditore si avvalga di una rete commerciale, il network appunto, che consente di diffondere in maniera capillare il brand e il prodotto o servizio proposto, portandolo così all’attenzione di un pubblico crescente.

Attraverso il passaparola con parenti, amici, amici degli amici e conoscenti, le aziende che vendono integratori, cerotti, prodotti di bellezza, materassi, articoli per la casa, energia e ogni altro genere di prodotto o servizio. Noi di ScelgoZero optiamo per un servizio necessario, rivoluzionandolo grazie alla possibilità di azzerare le bollette di luce e gas. Una volta entrati a far parte di questa community si può arrivare a risparmiare fino al 100% delle spese in bolletta, incluso il Canone Rai

Differenze rispetto agli schemi piramidali e alla vendita diretta

È importante non confondere l’economia del Network Marketing con quella degli schemi piramidali. Nel primo infatti l’azienda guadagna principalmente dalla vendita dei suoi prodotti o servizi. Gli schemi piramidali invece, di cui il più famoso è lo schema Ponzi, guadagnano principalmente (o esclusivamente) dal reclutamento di altre persone. Questa pratica commerciale, vietata in Italia dal 2005 ai sensi della legge 173, prevede che i soldi provenienti dalle nuove persone reclutate vengano usati per pagare gli investitori in cima alla piramide.

Il network marketing ha un’identità propria anche rispetto alla vendita diretta, dove il guadagno dei collaboratori è direttamente proporzionale solo ai prodotti o servizi venduti direttamente da ciascun collaboratore.

Il network marketing online e offline, invece, è un sistema legale al 100% in cui si vende un prodotto o servizio, si invitano con il passaparola altre persone ad acquistarlo, e se decidono di collaborare entrano a far parte della propria downline, ovvero una rete di distributori collegata a chi li invita.

Non sono necessari consistenti investimenti iniziali di denaro per l’avvio dell’attività e le possibilità di guadagno vanno abbondantemente oltre le proprie capacità di vendita. Infatti man mano che i propri collaboratori ne inviteranno di nuovi, il ruolo di un networker si avvicinerà sempre di più ad un ruolo di leadership e coordinamento.

Economia base del Network Marketing

Il settore del Network Marketing oggi genera più di 180 miliardi di dollari di fatturato nel mondo e dà lavoro a circa 119 milioni di persone.

Una volta entrato a far parte della community, il nuovo networker può generare guadagni sia dal passaparola diretto che, come già detto, dal coordinamento dei collaboratori attraverso la creazione del proprio team.

Sebbene ogni azienda adotti un piano di compensazione personalizzato per retribuire i propri collaboratori, la chiave del sistema economico del Network Marketing è che oltre a percepire commissioni dalla vendita dei prodotti, il networker ha diritto a commissioni sulle vendite della rete distributiva che egli stesso ha formato e aiutato a crescere.

Appare chiaro come la formazione di altri clienti rivesta enorme importanza per chi lavora nel Network Marketing e come non si possa prescindere dal possedere doti quali serietà, una buona predisposizione alle relazioni interpersonali e la capacità di guidare un gruppo per avere successo. È un sistema meritocratico perché fa strada solo chi porta risultati tangibili in termini di fatturato.

In sostanza, il Network Marketing costituisce un’opportunità lavorativa per chi ha voglia di riscattarsi, dal giovane disoccupato alla neomamma a casa dal lavoro e a chi desidera arrotondare lo stipendio da dipendente con una sorta di secondo lavoro part-time. Un valore aggiunto (non da poco in tempi di pandemia) è quello di poter svolgere la propria attività da casa utilizzando i social network per contattare i potenziali clienti.

E se lo smart working sembra un sogno ad occhi aperti, ancora di più sono le possibilità di guadagno offerte dal Network Marketing a chi ha voglia di impegnarsi.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email